Sampdoria, Giampaolo avvisa: "Se non si cresce vado via"

Adjust Comment Print

Marco Giampaolo ha parlato a Radio Rai 1, dopo la partita pareggiata per 3-3 a Parma. I biancocelesti restano inchiodati all'ottavo posto e ora anche l'Europa League è a rischio, anche se per centrarla c'è anche la strada della finale di Coppa Italia, in programma tra 10 giorni proprio contro l'Atalanta. Giampoalo spiega meglio il concetto: "Ho già parlato con la società, sono sempre stato chiaro: voglio che si faccia un altro step, se ci sono le condizioni: il mio percorso o va avanti, come accaduto in questi anni in cui abbiamo sempre migliorato la classifica, altrimenti è difficile". Ma ora dobbiamo crescere, altrimenti cosa resto a fare?

Mattarella va da Macron per celebrare Leonardo e riportare serenità sull'asse Roma-Parigi
Ha commentato il Capo dello Stato, che ha affermato di aver vissuto ore di "angoscia e affetto" perché con la Francia "condivide una grande sensibilità culturale".

Rispettare la maglia e i nostri tifosi, perché poi nessuno può dirti nulla. "Bisogna mirare all'obiettivo grosso e ho fatto questo. Lavoriamo per migliorarci, senza timbrare un'altra stagione pensando di essere ancora anonimi". Per il bene di tutti ho spigato alla dirigenza che se non si fa quel che serve per alzare l'asticella, non c'è motivo per restare. "Se non faremo step in avanti sono pronto a dimettermi".

Comments