Milan, Gattuso: "Complimenti ai ragazzi. Bakayoko? Ho fatto una scelta"

Adjust Comment Print

Stamattina eravamo sesti e ora siamo a tre punti dalla Champions. Volevo vedere la stessa cattiveria nei miei giocatori con cui mi guardavano in allenamento questa settimana. E' vero che facevamo il compitino ma in questi momenti è meglio non fare cose difficili perché se si sbaglia poi si prendono le colpe, ma siamo contenti. I primi contatti col Genoa risalgono agli ultimi mesi del 2018, con le Merengues che però ai tempi erano alle prese con una stagione che stentava a decollare, quindi Florentino Perez - seppure rapito dalla facilità con la quale questo centravanti andava in gol - ha deciso di rimandare ogni discorso all'estate. Ho 27 giocatori, vestiamo una maglia gloriosa. Io sapevo i miei limiti da giocatore, avevo il fuoco dentro e mi allenavo sempre. L'importante è che non si manchi di rispetto allo spogliatoio. Ora pensiamo a spendere le energie nelle partite, a fine anno daremo i voti come si fa a scuola... chi ha fatto bene e chi meno.

Alessia Marcuzzi rifarà L’Isola? Risposta e post: "Cattiveria in giro"
La conduttrice ha poi presentato il suo libro prossimamente in uscita, intitolato In viaggio con Alessia . La conduttrice si è sposata nel 2014 con il produttore televisivo Paolo Calabresi Marconi.

"Ne parleremo nello spogliatoio nella mia lingua, ché qua in televisione non si può.". Al 14' Orsolini, osservato speciale da diverse big, incanta con un controllo al volo e un destro secco che Donnarumma respinge solo con la spalla, e al 18' Sansone mette in affanno la difesa rossonera, in cui pesa l'assenza dello squalificato Romagnoli. Sull'espulsione di Paquetà: "È la gioventù, mi dà fastidio ma serve per la sua crescita". Non si è accordo nemmeno di aver messo le mani di fronte all'arbitro, purtroppo ci sta. Per quello che abbiamo vissuto da luglio a oggi - il passaggio di società, gli infortunati e quant'altro - è tanto. Facciamo i complimenti ai 51.000 tifosi che oggi ci hanno sostenuto e non insultato. A tratti si è dimostrato di giocare un buon calcio. "I panni si lavano in casa, domani ci guarderemo negli occhi a Milanello e ci diremo le cose in faccia come piace a lui e piace a me e dopo vedremo". Il blitz di Leonardo si è così rivelato decisivo: per trovare l'accordo con Preziosi ci sono voluti pochi giorni, giusto il tempo di perfezionare i termini della trattativa, poi definita sulla base di 35 milioni di euro più vari bonus. "Si deve pensare al campo e basta".

Comments