Viminale: la nave 'Mare Ionio sarà sequestrata'

Adjust Comment Print

"Chiediamo ingresso in porto sicuro dove sbarcare uomini, donne incinte e bambina a bordo". Curioso che lo faccia via stampa prima che a noi. "I migranti a bordo verranno fatti scendere e messi in sicurezza, ci mancherebbe, mica li mettiamo nelle patrie galere, o li affoghiamo in mare...", ha commentato fuori da Palazzo Chigi. Nessuna notifica. Nessuna irregolarità riscontrata.

La Mare Jonio, la nave di Mediterranea Saving Human che ieri ha salvato a 40 miglia dalle coste della Libia 30 migranti che erano a bordo di un gommone in avaria, è stata sequestrata a Lampedusa. Aveva postato su Twitter un video della nave in movimento scortata da una motovedetta della Guardia di Finanza. L'imbarcazione è entrata in acque italiane stamattina. "Per loro, i porti restano chiusi". Ieri il Viminale aveva replicato alla richiesta inviata al Centro di coordinamento dei soccorsi italiano con una mail in cui invitava a fare riferimento alle "Autorità Libiche". Si ripropone dunque la stessa situazione di un paio di mesi fa quando, a direttiva appena emessa, la Mare Jonio fu raggiunta dalla Guardia di finanza che intimò al comandante di fermare le macchine. L'unità della Marina Militare è attesa in mattinata nella rada di Augusta, in provincia di Siracusa, dove sbarcheranno le persone. Poi però, anche se con diversi risvolti, per entrambe è stato deciso l'arrivo nei porti e lo sbarco dei migranti. "Ringrazio Francia, Malta, Lussemburgo e Germania per la sollecitudine con cui, nel giro di poche ore, hanno dichiarato la disponibilità ad accogliere" i 36 migranti, "partecipando alle operazioni di redistribuzione", ha detto ieri Giuseppe Conte.

Minacce dall'Iran, gli Usa schierano portaerei e cacciabombardiere in Medio Oriente
I rappresentanti iraniani e iraniani stavano pianificando un attacco alle forze statunitensi nella regione, hanno detto funzionari statunitensi.

Fin dalla sera del 9 maggio va infatti avanti il botta e risposta tra Salvini e la Ong, scontro che si è svolto ancora una volta sui social.

Comments