Milan, Gattuso: "Bakayoko? Nessun rancore"

Adjust Comment Print

Appena quattro giorni dopo la sofferta vittoria contro il Bologna che ha tenuto accesa la speranza di arrivare al quarto posto, il Milan è già pronto per tornare in campo per l'anticipo serale della terzultima giornata sul campo della Fiorentina.

"Nessun problema, forse ne ha segnati troppi prima". Non si è allenato, ma è giusto che sia a contatto con la squadra. Io non ho bisogno di essere sempre accarezzato, non mi piacciono le carezze.

"Dobbiamo pensare a fare il nostro, abbiamo una partita molto difficile, non vinciamo a Firenze dal 2014".

Tina Cipollari furiosa, le parole sul figlio fanno male: "Sono davvero stanca"
Infatti, l'opinionista di " Uomini e Donne " ha pubblicato sul suo profilo social lo stralcio dell'articolo di Simone di Matteo che la rigurarda.

"Domani vedrete chi sceglierò, la coerenza è la cosa più importante, poi però ci sono dei confronti e al primo posto si mette sempre il club". E' a dir poco avvincente la sfida a distanza di oggi tra Atalanta e Milan: i nerazzurri al Mapei Stadium (a causa dei lavori all'impianto di Bergamo) contro il Genoa a caccia della salvezza, i rossoneri al Franchi per provare a prendere tre punti fondamentali per alimentare le speranze. Io non ho mai portato rancore, così come non lo hanno fatto i giocatori. Noi dobbiamo pensare a quello che facciamo noi, non dobbiamo sprecare energie a guardare gli altri campi. "Biglia è convocato, ma non è a disposizione. Paquetà è squalificato ma si sta allenando bene". Il mio futuro? Io so quello che ci diciamo con i dirigenti, ma al momento questo non è un problema.

"Scaroni? La fiducia la dobbiamo far sentire a tutti i calciatori, di mettergli a disposizione tutto per farli rendere al massimo". Nessuno ha mai pensato che non sarà più l'allenatore - aveva detto il direttore generale rossonero - ci sono momenti in cui la fatica arriva per tutti. A me piace stare a volte dove c'è bordello, non mi sento un estraneo quando c'è aria tesa.

Comments