De Rossi lascia la Roma: "Con il Parma l'ultima partita". Andrà all'estero

Adjust Comment Print

Dopo quella di Francesco Totti, il club ammaina un'altra bandiera.

La gara col Parma del 26 maggio all'Olimpico sarà l'ultima di Daniele De Rossi in giallorosso. Ma il capitano giallorosso non aveva intenzione di ritirarsi, in contrasto con le ambizioni della società, che però non gli chiude la porta e anzi spera di riabbracciarlo presto, magari come dirigente. Ha partecipato a tre mondiali.

De Rossi saluta la Roma: 19 anni, 615 presenze e 63 gol dopo il suo debutto con la maglia giallorossa nell'ormai lontano 2001, il centrocampista lascia la squadra per cui ha tifato per tutta la sua vita come comunicato dalla stessa società nella mattinata di oggi.

Taglio parlamentari, Camera vota si
I voti favorevoli sono stati 310 (M5s, Lega, Fi e Fdi ), i no 107 (Pd, Leu, +Europa, Civica Popolare), gli astenuti 5 ( NcI ). Si tratta della prima delle due letture conformi previste dalla Costituzione per le modifiche della Carta.

La polemica comincia a crescere sui social, con tanti messaggi all'indirizzo della società giallorossa, accusata di essere lontana dal cuore della gente romanista. Io mi sento un calciatore e mi ci sono sentito questanno. Avevo capito se nessuno ti chiama per 10 mesi neanche per ipotizzare un contratto la direzione è quella.

E' il giorno che passerà alla storia, nell'ambiente Roma, per l'addio di Daniele De Rossi. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge. Mi sento ancora un calciatore e sarebbe ingiusto per me non continuare. Una cosa è certa: De Rossi non si ritirerà dal calcio giocato. "Mai in Italia? Vediamo. è una cosa completamente nuova per me, ne devo parlare con la mia famiglia, col mio procuratore e con me stesso".

Comments