La Cina annuncia dazi doganali di ritorsione contro le merci statunitensi

Adjust Comment Print

Il redattore capo del quotidiano statale cinese Global Times, Hu Xijin, ha scritto nel suo account Twitter che oltre al fatto che Pechino potrebbe smettere di acquisire risorse energetiche e prodotti agricoli statunitensi, oltre a ridurre i contratti per l'acquisto di aerei Boeing e restringere gli scambi bilaterali di servizi nel mezzo della guerra delle tariffe con Washington, molti specialisti cinesi studiano anche "la possibilità di sbarazzarsi dei buoni del Tesoro degli Stati Uniti e di come farlo specificamente". L'udienza pubblica sulle nuove tariffe è in programma il 17 giugno.

Tra Usa e Cina è scontro totale sui dazi.

Nonostante le minacce di Trump la Cina ha optato per le ritorsioni commerciali dopo che venerdì gli Usa avevano alzato al 25% dal 10% i dazi su 200 miliardi di dollari di importazioni cinesi. Fattori che fanno salire i timori sui mercati. I prodotti cinesi interessati sono 3.805: "l'elenco dei prodotti copre essenzialmente tutti i prodotti attualmente" non colpiti.

Fuori dalla Champions League? Il Manchester City attacca: 'Vogliono danneggiarci'
Il Guardian a dicembre aveva parlato di possibile blocco del mercato per una sessione ma la situazione appare più grave. Allarme in casa Manchester City , squadra che ha appena bissato il titolo in Premier League festeggiando nel weekend.

Queste ultime sono considerate "in contrasto col consenso delle parti di risolvere le divergenze commerciali attraverso consultazioni, ledendo gli interessi di entrambe le parti e non soddisfacendo l'aspettativa generale della comunità internazionale". L'adeguamento alle misure tariffarie è stato descritto come "una risposta all'unilateralismo e al protezionismo" degli Usa. La Cina "spera" che la parte americana torni alle consultazioni con sforzi congiunti nella stessa direzione "al fine di raggiungere un accordo reciprocamente vantaggioso sulla base del rispetto".

L'indice S&P 500 ha perso circa 1,1 miliardi di Dollari di valore mentre il Dow Jones Industrial Average ed il Nasdaq Composite Index hanno perso rispettivamente il 2,38 ed il 341 percento. A pesare anche la sconfitta davanti alla Corte Suprema sull'azione legale di un gruppo di consumatori, che l'ha accusata di usare la sua posizione dominante per gonfiare i prezzi sull'App Store.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha espresso soddisfazione per l'andamento della disputa sui dazi con la Cina: "Siamo esattamente dove vogliamo essere con la Cina", ha twittato il presidente Usa, "ricordate, hanno rotto il patto con noi e cercato di rinegoziare".

Comments