Torino, Cairo: "Moretti ragazzo eccezionale. Rimarrà in società"

Adjust Comment Print

Il difensore del Torino, 38 anni a giugno, ha annunciato la sua scelta in una conferenza stampa ad hoc tenutasi questa mattina allo stadio Olimpico-Grande Torino. Sono contento perchè chiudo una parentesi importante e bellissima della mia vita. Per lui anche 47 presenze con la maglia della Fiorentina, tra l'anno della Coppa Italia vinta da Roberto Mancini e quello della retrocessione con conseguente fallimento. "Anche nel corso di questa stagione, Emiliano è stato un punto di riferimento per tutti i suoi compagni", ha dichiarato, invece, il tecnico del Torino, Walter Mazzarri.

"In primo luogo voglio dire grazie ai miei genitori, a mio fratello e mia sorella. A partire dalla mia famiglia, e a tutte le tante persone che mi hanno dato qualcosa dentro e fuori dal campo".

Giro d'Italia: Modena sorride a Démare. Ancora secondo Viviani
Cercherò di ritrovare la potenza che avevo prima di arrivare qua e che ho mostrato nelle prime tappe. Giusto un aperitivo in vista delle sfide in alta quota, che andranno in scena a partire da venerdì.

"Ho tentato insieme al Presidente di fargli cambiare idea". Non dovete chiedere a me perché oggi non è qui. Penso che un calciatore, anche se ha avuto una carriera più o meno importante, non diventa bravo automaticamente anche in altri ruoli.

Con il presidente si è parlato di rimanere in società. "Comincio da zero, ma al mio fianco ho delle eccellenti professionalità da cui prendere esempio". Per me imparare è un piacere. "E ora che l'ho detto pubblicamente sono più sereno". Il difensore ha stampati sul petto da sei stagioni i colori raggianti granata della sua squadra, con la quale ha condiviso diverse gioie. "Sei sempre stato uno stimolo per tutti noi, grazie Emiliano". Spero che lui rimanga comunque in Società per darci una mano.

Comments