Oms: la dipendenza da videogame è una malattia

Adjust Comment Print

Il burnout (dall'inglese to burn -esaurirsi, participio burnout- bruciato) è definito ( La Barbera 2006) come "una particolare tipologia di stress cronico, legata principalmente alle Helping Profession (professioni di aiuto), che comporta uno stato di sofferenza psicofisica del soggetto, unitamente a sentimenti di inadeguatezza professionale, mancata gratificazione professionale, demotivazione, disinvestimento, risentimento e cinismo rispetto al lavoro e all'utenza". Nell'aggiornare con la nuova condizione l'elenco delle malattie riguardanti la salute mentale, l'agenzia speciale delle Nazioni Unite per la salute ha anche provveduto a fornire istruzioni ai medici su come diagnosticare lo stress da lavoro e non confonderlo con altre situazioni di stress.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha aggiunto la dipendenza da videogiochi all'ultima revisione del suo manuale diagnostico ufficiale, una mossa che ha prevedibilmente scatenato un dibattito destinato a protrarsi per lungo tempo. Lo ha stabilito l'Oms alla luce di decenni di studi e sono state date direttive ai medici per diagnosticarla. Il primo ad occuparsi di burn out è stato lo psicologo Herbert Freudenberger nel 1974. Non basta più la classica strigliata della mamma di turno che minaccia il figlio di togliergli console e joystick, ora per risolvere il problema si può ricorrere ad un centro specialistico o a specialisti del settore. Si chiama gaming disorder e rientrerà nel nuovo testo con definizioni e codici per oltre 55 mila malattie e condizioni patologiche. Si può essere affetti da burn out di fronte a mancanza di energia o spossatezza, isolamento dal lavoro o sensazioni di negatività, diminuzione dell'efficacia professionale.

Spread sfiora i 290
La risposta italiana sarà presa in considerazione nel rapporto sul debito che la Commissione Ue sta preparando. In mattinata lo spread ha sfiorato quota 290, per poi scendere a 287 punti.

Tuttavia, per la prima volta riconosce il videogioco come una dipendenza, elencandolo insieme al gioco d'azzardo e alle droghe come la cocaina. La condizione di transgender, infine, viene spostata dalla lista dei disturbi mentali a quelle delle "condizioni relative alla salute sessuale".

Comments