Corea del Nord, Kim giustizia i negoziatori del summit con gli Usa

Adjust Comment Print

Il quotidiano della Corea del Sud, Chosun Ilbo, ha raccontato che Kim Jong-un ha fatto giustiziare l'uomo inviato ad occuparsi delle trattative, poi fallite, con gli Usa, Kim Yong Chol.

"Notizia" sbandierata su tutti i media ma soprattutto da Repubblica che - nella verosimile speranza di rifarsi una patina di attendibilità - dopo il titolo "Corea del Nord, Kim Jong-un fa giustiziare i negoziatori del fallito vertice di Hanoi con Trump", nel testo, si sente in dovere di scrivere: "Il condizionale però è obbligatorio, visto che a rivelare i dettagli al quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo è una sola fonte anonima "a conoscenza dei fatti".

Kim Hyok-chol era la controparte dello speciale rappresentante americano per il Nord Stephen Biegun.

Sampdoria, Giampaolo: "Il mio futuro? Parlerò con Ferrero, niente ricatti"
Abbiamo alzato l'asticella in un determinato momento del campionato per arrivare a fine campionato con un andamento regolare. Non ho mai sentito una polemica, spingono sempre. "Non sono plateale ma è stato il mio umile modo per ringraziarli".

Ben altri cinque funzionari del ministero degli Esteri della Corea del Nord sono stati giustiziati all'aeroporto Mirim a Pyongyang: erano immediatamente stati accusati di spionaggio a favore degli Stati Uniti. Kim Yong-chol figura gemella del segretario di Stato Mike Pompeo, che ha incontrato anche a Washington alla Casa Bianca, è stato punito coi lavori forzati; Kim Song-hye del Dipartimento del Fronte Unito è anche lei finita in un campo di prigionia. L'accusa per lei è di aver "macchiato l'autorità" di Kim per un errore ad Hanoi durante il suo lavoro di traduzione. A presiedere la commissione è il leader, con altri esponenti di primo piano della missione in Vietnam.

Vietato sbagliare con Kim Jong un.

Il Rodong Sinmun, la voce del Partito dei Lavoratori, ha preso di mira gli "atti anti-partito e anti-rivoluzionari" messi in atto contro il leader: "Agire come uno che riverisce il leader, sta sognando qualcosa di altro quando si gira intorno è un atto anti-partito e anti-rivoluzionario che ha gettato via la fedeltà morale verso il leader, e tali persone non eviteranno il giudizio severo della rivoluzione".

Comments