Siluri contro petroliere nel golfo di Oman

Adjust Comment Print

In un tweet, il capo della diplomazia iraniana ha voluto sottolineare che "i riferiti attacchi a cargo legati al Giappone sono avvenuti mentre il premier di Tokyo, Shinzo Abe, sta incontrando il leader supremo dell'Iran, l'ayatollah Ali Khamenei per colloqui approfonditi e amichevoli".

La Quinta Flotta della marina militare statunitense, che ha la sua base di supporto in Bahrein, ha detto di avere ricevuto richieste di soccorso dagli equipaggi delle due petroliere alle 6.12 e alle 7 ora locale e di avere prestato assistenza. "Dire che e' sospetto non e' abbastanza per descrivere cio' che probabilmente e' successo questa mattina", ha concluso Zarif, sottolineando che "il Forum di dialogo regionale proposto dall'Iran e' imperativo".

In precedenza, il ministro del Commercio giapponese Hiroshige Seko aveva precisato che le due navi sono state "attaccate vicino allo Stretto di Hormuz" proprio quando Shinzo Abe è in Iran come primo premier giapponese in visita dal 1979. Media locali parlano di esplosioni e incendi su entrambe le imbarcazioni.

Vodafone down In Italia problemi rete fissa e mobile
Sempre il sito scrive che altri problemi si sono verificati il 4, il 6 e l'11 giugno. Fateci sapere tramite i commenti se anche voi lo avete ricevuto o ancora no.

La miccia di un conflitto dalle proporzioni ancora non chiare, ma di certo ben piu' grandi di quelli oggi attuali e disperse in Medio oriente, e' stata accesa oggi, quando al largo dell'Oman, tra gli Emirati arabi e l'Iran, due petroliere sono state "attaccate" da attori finora ignoti, che non avrebbero esitato usare "siluri" per trasformare il Golfo da crocevia geopolitico e economico in una polveriera.

"Ho dato istruzioni per l'adozione delle misure necessarie per affrontare la situazione, come la diffusione di avvisi ai settori di business preoccupati e riaffermando il sistema delle fornitura d'energia, continuando a lavorare alla raccolta meticolosa di informazioni", ha aggiunto il ministro. Di questi: 23 fanno parte della Front Altair, il cargo battente bandiera delle isole Marshall, che trasportava etanolo dal porto di Al Rous in Qatar verso Taiwan, e 21 della Kokuka, battente bandiera panamense, carico di metanolo dell'Arabia Saudita e diretto a Singapore.

La nave che sarebbe stata colpita dal siluro è la Front Altair, di proprietà norvegese. Stando a quanto riferito dall'agenzia Irna, che cita una "fonte informata" sul caso, le persone soccorse sono state trasferite al porto iraniano di Bandar-e-Jask. Trump: "Né gli Stati Uniti né l'Iran sono pronti a raggiungere un accordo" Da parte sua, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha ritenuto che è "troppo presto per pensare" di raggiungere un accordo con l'Iran.

Comments