Istat, disoccupazione in calo nel I trimestre (Report)

Adjust Comment Print

Dopo due cali consecutivi, nel primo trimestre del 2019 il numero di persone occupate torna a crescere, seppure lievemente, in termini congiunturali, facendo registrare un aumento di 25 mila (+0,1%). Il tasso di occupazione è salito al 58,7%, con un aumento di 0,1 punti. "Alla crescita del Nord (+0,4 punti) si contrappone la diminuzione nel Centro e nel Mezzogiorno (-0,1 punti in entrambi i casi)" segnala l'Istat secondo cui l'aumento congiunturale del numero di occupati è il risultato della crescita dei dipendenti permanenti (+47 mila, +0,3%) e degli indipendenti (+7 mila, +0,1%) a fronte di una flessione dei dipendenti a termine (-29 mila, -1,0%).

Disoccupazione al 10,4%: -0,2% sui tre mesi precedenti.

Premio Strega Giovani 2019: vince Marco Missiroli
Con il romanzo sulle amicizie in frantumi e altri temi Fedeltà pubblicato da Einaudi Marco Missiroli ha vinto il sesto Premio Strega Giovani .

Nei dati mensili più recenti (aprile 2019) al netto della stagionalità il tasso di occupazione e il numero di occupati rimangono invariati rispetto a marzo 2018. L'incidenza del part time involontario è stimata al 64,1% dei lavoratori a tempo parziale (-0,1 punti). Il tasso dei posti vacanti rimane invariato su base congiunturale mentre cresce di 0,1 punti percentuali su base annua. Tra i dipendenti a termine, pur riducendosi la permanenza nell'occupazione, aumentano significativamente le transizioni verso il tempo indeterminato. Al 34,3% e stabile, invece, il tasso degli inattivi, di quelli, cioè, che sfiduciati hanno abbandonato qualsiasi ricerca di un posto di lavoro. L'aumento delle posizioni lavorative si accompagna a una crescita delle ore lavorate per dipendente pari allo 0,4% su base congiunturale e allo 0,5% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Secondo l'Eurostat ad aprile di quest'anno la produzione è diminuita dello 0,5 per cento nell'area dell'euro rispetto a marzo e dello 0,4 per cento su base annua.

Comments