Salvini a Washington, la gaffe sulla scalinata di Rocky

Adjust Comment Print

A correggere il ministro ci ha pensato subito l'ambasciatore Armando Verricchio, che ha poi spiegato allo stesso Salvini i retroscena sul museo di Philadelphia e la statua dedicata al personaggio.

Andrea Camilleri colpito da arresto cardiaco: è in gravi condizioni
Lo scrittore è attualmente ricoverato presso il Centro di Rianimazione dell'Ospedale Santo Spirito , in assistenza ventilatoria meccanica e supporto farmacologico.

Matteo Salvini è "scivolato" su Rocky: è rimbalzata in tutto il mondo la sua gaffe sulla scalinata a Washington. Salvini, mentre è attaccato al telefono come di consueto, cerca di articolare due parole mentre probabilmente sta twittando qualcuna delle sue perle: "una volta a Washington mi portarono alla scalinata di Rocky". E Varricchio, ovviamente: "quella è a Philadelphia". Errore grossolano non passato inosservato e corretto immediatamente dall'ambasciatore italiano negli States Armando Vecchi: "Sì, certo, certo, a Philadelphia".

Comments