Tetano, bimba infetta è grave Non era vaccinata

Adjust Comment Print

Le notizie che trapelano sono pochissime, quel che è certo è che oggi la bambina è ancora ricoverata in terapia intensiva pediatrica al Polo Confortini dell'ospedale di Verona. Per il momento l'azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, interpellata sull'argomento dall'Ansa, si è limitata a confermare solo il ricovero della bambina, precisando che la prognosi resta riservata. Secondo quanto si e' appreso la bambina, residente in provincia di Verona, avrebbe contratto l'infezione tetanica dopo essere caduta, ferendosi ad un ginocchio. Febbre, sudorazione e dolori muscolari erano i sintomi con cui la bambina si è presentata in ospedale. Chi risarcirà questa bambina delle terribili sofferenze che le sono state inflitte dai genitori che non l'hanno vaccinata?

Le condizioni della piccola di 10 anni sono davvero critiche. "Non è sempre facile, non si pensa subito al tetano". Il fatto però che la piccola non fosse vaccinata ha scatenato una vera e propria guerra. Da segnalare l'intervento sulla sua pagina Facebook di Roberto Burioni, medico e divulgatore scientifico, noto per le sue battaglie sui social contro la campagna no vax: "Sul tetano girano tantissime bugie". I somari antivaccinisti sostengono che non sia un pericolo reale per chi non vive a contatto con gli animali e che basta pulire le ferite con l'acqua ossigenata per evitarlo.

Facebook: criptovaluta Libra nel 2020
Ecco la criptovaluta di Facebook: sarà una moneta globale? Questa caratteristica dovrebbe evitare la volatilità dei BitCoin . La nuova modalità di pagamento di Facebook promette di rivoluzionare il sistema bancario mondiale.

"Tutte scemenze - dice Burioni - il pericolo è ovunque, anche una piccolissima ferita può provocarlo, l'acqua ossigenata e la vitamina C sono inefficaci e soprattutto non esiste una immunità naturale". In Veneto ci sono già stati altri casi d'infezione da tetano tra il 2010 e il 2017, ma per la prima volta si tratta di un paziente così piccolo. "L'unico modo per essere protetti è vaccinarsi", conclude Roberto Burioni.

Comments