Istruzioni per l'uso del futuro: Tomaso Montanari ha ragione?

Adjust Comment Print

Ma quando arriva a infangare due grandi come Fallaci e Zeffirelli, siamo al delirio.

Montanari colpisce con un ordine alfabetico lucido e ragionato che punta dritto alla consapevolezza dei diritti del cittadino italiano posto di fronte a tematiche di cui spesso non ha una conoscenza abbastanza approfondita. Lo dice Vittorio Sgarbi commentando la scelta di partire dal libro dello storico dell'arte Tomaso Montanari: "Istruzioni per l'uso del futuro", per svolgere la traccia "L'importanza del patrimonio culturale", proposta nell'ambito artistico-letterario tra quelle della tipologia B della prima prova dell'esame. "Che lasci ogni incarico pubblico e chieda scusa all'Italia". E uno ha tutto il diritto, e perfino il dovere se insegna, di dire: "'No, non mi piace il presepe´ (oh, è una citazione anche questa: "prima che mi denuncino all'Inquisizione e mi consegnino al braccio secolare)".

Polemica distanza tra Matteo Salvini e lo storico dell'arte e saggista fiorentino Tommaso Montanari. Politicamente è stato vicino ai 5 stelle, ma ostile alla Lega e a Salvini: nel 2016 Virginia Raggi lo ha chiamato a far parte della giunta comunale di Roma Capitale, nel ruolo di assessore alla Cultura ma lui ha rifiutato rendendosi però disponibile a far parte di un board di consiglieri per la cultura, che non si è mai costituita.

Inter attenta, non sei sola per Barella
Nuova pretendente per il gioiellino del Cagliari e della Nazionale azzurra Nicolò Barella . Leonardo nuovo direttore sportivo del Psg ha messo gli occhi su Barella .

Il 16 giugno Montanari si era espresso così su Twitter: "Si può dire che il #Maestro Scespirelli era un insopportabile mediocre, al cinema inguardabile?". E adesso è arrivata anche la risposta del ministro degli Interni, Matteo Salvini: "Montanari?". Dio l'abbia in gloria, con Portesante e quel che ne consegue. La vera domanda, dopo averlo letto, è: Montanari ha ragione? Ha scritto numerosi saggi - 'A cosa serve Michelangelo?' (Einaudi 2011), 'La madre dei Caravaggio è sempre incinta' (Skira 2012), 'Le pietre e il popolo' (minimum fax 2013), 'Istruzioni per l'uso del futuro. Così il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti, a 'Un giorno da Pecora', ha risposto ai conduttori che gli chiedevano un commento sulla scelta di un testo di Tomaso Montanari per il tema di maturità, dal momento che lo scrittore è considerato appartenente alla corrente di sinistra. "Non credo che i ragazzi conoscano queste vicende e quindi trovo comunque positivo che si possa parlare, in una prova d'esame, di patrimonio culturale" ha affermato all'AdnKronos. "Il patrimonio culturale e la democrazia che verrà" analizza lo stato dell'arte del patrimonio culturale italiano.

Le parole del ministro Bussetti, "Montanari è di sinistra?" "La pluralità di intervento penso sia stata rispettata, dobbiamo ricordare che la scuola è di tutti".

Comments