Di Battista: "Governo? Non so se durerà. Salvini provoca ogni giorno"

Adjust Comment Print

Così Alessandro Di Battista a Catania, a margine della nona tappa del Rousseau City Lab.

"Il governo dura? Non lo so - dice ai giornalisti accalcati pronti a strappargli anche i sospiri -".

"Ascolto Salvini - ha detto Di Battista - che ogni giorno si 'berlusconizza' di più: farà trapianti, inizierà a mettere i tacchi".

A In Mezz'ora in più su Raitre da Lucia Annunziata, l'ex parlamentare ha garantito: "Sono convinto che ci vedremo presto e si chiarirà uno screzio, una incomprensione".

"Stiamo governo da un anno la settima potenza mondiale".

Il mio ruolo non è per niente semplice. Vorrei soltanto che attaccasse i poteri forti e che scegliesse di stare veramente dalla parte degli italiani. "Il suo 'prima gli italiani' ora è 'prima Radio Radicale' pagata con i soldi degli italiani". In alcuni casi ha utilizzato un dialogo pacato, mentre in altre occasioni ha dichiarato di essersi "incazzato". Vediamo che cosa succede. Vi ricordate quando diceva che per fare un'associazione a delinquere ci volevano un magistrato, un avvocato e un politico?

Gp Canada, respinto il ricorso Ferrari: Vettel resta secondo
A Maranello sono convinti che i nuovi elementi dimostreranno che Vettel non ha stretto Hamilton costringendolo a effettuare "una manovra evasiva per evitare la collisione".

Per chi abbia un po' di memoria, queste erano le dichiarazioni di Berlusconi e Renzi quando qualcuno rimproverava loro certe scelte nel governo del Paese, non coerenti - in parte o del tutto - con le promesse elettorali dei partiti di riferimento. Ed è questa la cosa che più temono i partiti politici: il taglio di 345 poltrone. "E' un sacrilegio parlare di correnti all'interno del Movimento 5 stelle?", ci chiede un attivista della provincia di Agrigento. Ci mancherebbe altro. Ma e' bene che tutti sappiano.

Ma per fare tutto quello che sopra è stato elencato, che secondo lui sarebbe da considerare una specie di manna dal cielo, Di Maio, a suo dire, sarebbe stato costretto a fare i salti mortali, dividersi in quattro, pur di raggiungere quel po' po' di risultati.

Serpeggia qualche malumore all'interno. La frase successiva e' 'questo e' accaduto perche' siamo brave persone'.

Con chi se la prende Di Maio?

Infine respinge le provocazioni su un immediato ritorno in campo al posto del collega Di Maio. Non si tratta di un ruolo semplice ma in questi mesi non ho fatto altro che il mio dovere. Casaleggio osserva e in tarda serata gongola, forse in attesa che il mouse gigante clicchi su "cambia utente".

Comments