Comprano tutta la birra del paese per boicottare il festival neonazista

Adjust Comment Print

Hanno comprato tutte le casse di birra presenti nell'unico supermercato del paese, in modo da lasciare a secco i partecipanti al festival rock neonazista " Schild und Schwert" ("Scudo e spada"), che si è svolto nel fine settimana nel piccolo villaggio tedesco di Ostritz, in Sassonia.

Ucciso da malore Falasca, allenatore della Saugella Monza di volley
Falasca, ex palleggiatore, sarebbe stato stroncato da un attacco cardiaco mentre si trovava a Varese per impegni personali. Il mondo della pallavolo è in grave lutto: Falasca aveva 46 anni e lascia la moglie Esther e due figli.

Degli oltre 700 neonazisti attesi se ne sarebbero presentati appena 300, tutti perquisiti dalla polizia. Tutto è accaduto nella cittadina di Ostriz: a causa dell'imminente arrivo di un festival neonazista, non solo le autorità hanno disposto il divieto di vendita di alcolici, ma anche i cittadini si sono dati da fare. Circa 500 i partecipanti alla manifestazione: nonostante il caldo, non hanno potuto bere neppure una birra. Nelle immagini diffuse dal tabloid Bild si vedono disperate teste rasate rovesciare nei tombini bottiglie intere di birra. "Quando gli estremisti di destra cercano di definire il quadro con i loro slogan disumani, dobbiamo tutti opporci", ha scritto il politico della Cdu.

Comments