Profughi Sea Watch, Salvini contro gli appelli di Nosiglia

Adjust Comment Print

Potrebbe sbloccarsi presto la situazione drammatica dei 43 migranti a bordo della Sea Watch ormai da 12 giorni a largo di Lampedusa. Contro queste periferie esistenziali, la diocesi di Torino è impegnata in prima fila: l'impegno ad accogliere i migranti della Sea Watch appare, dunque, come un chiaro messaggio di accoglienza verso gli ultimi.

Non durante l'omelia, ma subito prima della benedizione solenne, poco prima di concludere la celebrazione, il Pastore ha voluto parlare del caso Sea Watch, proprio a sottolineare l'urgenza e la rilevanza del suo accorato appello. "Sono sicuro che Torino ha le risorse necessarie per accogliere queste persone" ha poi detto, parlando con i giornalisti al termine dell'Eucarestia. "Un gruppo di nostri concittadini questa notte ha iniziato a dormire davanti alla chiesa di San Dalmazzo per questo motivo", aggiunge monsignor Nosiglia. "A fianco dell'impegno dei singoli servono strutture della collettività capaci di supportare la sussidiarietà, specie su problemi quali sono la casa, il lavoro, la salute, che necessitano nuovi piani condivisi che affrontino le situazioni congiuntamente, in modo strutturale e non solo emergenziale". "Per chi non rispetta la legge i nostri porti sono chiusi". La tentazione di vedere nel diverso un nemico è antica quanto il mondo: "ma sempre dobbiamo chiederci - conclude - se è la nostra identità e la nostra memoria che vogliamo difendere, o i nostri privilegi?" "Un modo per scuotere le coscienze di tutti". "La carità cristiana è importante, non ci sono dubbi e su questo bisogna essere sempre attenti - ha affermato Andrea Tronzano, assessore piemontese alle Attività produttive, di Forza Italia -".

Bologna, Sabatini pensa al colpo a sorpresa: idea De Rossi
De Rossi ha un ottimo rapporto con Giampaolo e con lui potrebbe continuare a lavorare al termine del contratto da calciatore.

"Al declino economico e produttivo - prosegue - si è aggiunto un declino sociale".

Comments