Ex Ilva: fonti Mise, da ArcelorMittal atteggiamento irresponsabile

Adjust Comment Print

"Noi abbiamo scritto un articolo molto chiaro per dire che il 6 settembre, quando entrerà in vigore questa legge, l'impianto si fermerà se nulla sarà successo".

Roma, 28 giu. (askanews) - Con ArcelorMittal si sta discutendo per trovare una soluzione, ma è esclusa qualsiasi possibilità di concedere un'immunità totale.

L'annuncio dell'ad Geert van Poelvoorde. "Stiamo attuando il nostro piano secondo il programma". Un progetto che permette a questi due diritti di non essere contrapposti, e che sapevamo sarebbe stato lungo e difficile. Corrisponderebbe a legarsi contrattualmente con un privato nell'esercizio della funzione legislativa - insiste il governatore - è una cosa che non sta né in cielo né in terra e avrebbe determinato la nullità di questo contratto per contrasto con norme imperative. "Non posso mandare i miei manager lì a essere responsabili penalmente".

Se vuoi continuare a leggere la notizia che ti ha portato fin qui, ma non sei abbonato, attiva la prova gratuita: per sette giorni puoi navigare liberamente e sperimentare personalmente tutte le opportunità del sito.

Autonomie: vertice a palazzo Chigi fra Conte Di Maio e Salvini
Lo dicono all'Adnkronos alte fonti del M5S, rispetto al vertice di ieri sera a Palazzo Chigi col premier Giuseppe Conte. Nei prossimi giorni ci saranno importanti novità cui sono legate delle scelte.

Luciano Manna, attivista, militante, esponente di PeaceLink- associazione di volontariato nata su rete telematica che promuove, tra gli altri, la cultura della solidarietà e dei diritti umani, e la difesa dell'ambiente e della legalità -, intervistato dal webmagazine The Freak, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito alla vicenda: "Sono ricatti che si attuano in una situazione assurda in cui a Taranto non esiste più la Costituzione: questi decreti che consentono ad ArcelorMittal di gestire l'impianto sono stati già censurati da una sentenza CEDU del 2019, che condanna l'Italia per violazione dei diritti dei cittadini. Ilva resti aperta, non hanno nulla da temere, le soluzioni si trovano", la replica del vicepremier Luigi Di Maio.

Salvini invece afferma che "Non possiamo permetterci la chiusura dell'impianto siderurgico".

"Non ci possiamo permettere la chiusura, sono 11 mila posti di lavoro diretti e altrettanti indiretti".

Il governatore pugliese ha poi aggiunto di aver dato al ministro Di Maio la "disponibilità ad una dichiarazione congiunta, perché vorrei che il governo e la Regione avessero la stessa identica posizione per respingere questo ricatto orribile e inaccettabile".

Comments