La Sea Watch attracca nel porto di Lampedusa, il capitano Rackete arrestato

Adjust Comment Print

Dalla nave il capogurppo del Pd Delrio dice: "Già ieri sera la capitana voleva entrare, ma le abbiamo chiesto di aspettare che il governo trovasse Paesi disponibili ad accogliere i migranti". 428 del nostro codice penale e che prevede una pena da 5 a 10 anni di reclusione perché stringendo la motovedetta poteva provocare il suo affondamento mettendo a rischio la vita delle nostre forze dell'ordine. L'arresto di Carola Rackete commuove la Germania che invia soldi per l'assistenza legale. La capitana, Carola Rackete, ha deciso di procedere nonostante la mancanza di autorizzazioni da parte delle autorità. "Questo governo mostra muscoli arrugginiti e persegue il reato di umanità".

Persone nate nella parte sbagliata del mondo, persone che si sono ritrovate a dover scegliere tra morire o cerca di sopravvivere ancora per qualche giorno o mese cercando di imbarcarsi per l'Europa passando, però, dall'inferno libico. "Giustizia è fatta", dice Salvini.

Dal Lussemburgo arriva addirittura la richiesta di liberare Carola Rackete, arrestata dopo aver forzato il blocco navale entrando nel porto di Lampedusa urtando anche una motovedetta della Guardia di Finanza.

Dopo un lungo braccio di ferro, come noto, la Sea Watch 3 ha attraccato a Lampedusa invocando lo stato di necessità, ma al tempo stesso ignorando l'alt della Guardia di Finanza e le direttive del ministro dell'Interno Matteo Salvini.

G20: media Cina, niente nuovi dazi Usa
Il presidente americano Donald Trump si aspetta un incontro "produttivo" con il presidente cinese Xi Jinping a margine del G20 di Osaka .

La nave Sea Watch 3, ferma da tre giorni al largo di Lampedusa, è entrata nel porto dell'isola siciliana. In buona sostanza, i finanzieri spiegano che i parabordi, una volta che hanno colpito la banchina, hanno creato un effetto elastico ed entrambe le imbarcazioni si sono allontanate di pochi metri dalla banchina, è lì che la motovedetta, grazie ad una manovra rapida ha trovato un via di uscita per non essere schiacciata. Andrà agli arresti domiciliari.

"Dobbiamo trovare una soluzione per le persone a bordo della Sea-Watch e la Commissione sta facendo il massimo a tal fine", ha affermato in un'intervista a Repubblica il Commissario Ue con la delega ai migranti, Dimitris Avramopoulos, che ha svolto il lavoro diplomatico per trovare i cinque paesi europei disposti ad accettare le persone sbarcate dalla Sea Watch. "Ma se nessuno dei 41 immigrati a bordo aveva problemi di salute, di quale necessità parlava?". Ha fatto tutto questo con dei parlamentari a bordo, tra cui l'ex ministro dei Trasporti: "incredibile". "Gli insulti sul molo sono stati uno shock".

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse! "Così si inizia una battaglia di opposizione", ha detto ancora Orfini.

Comments