Sea Watch, l'equipaggio sotto shock: "E' stato terribile, siamo orgogliosi di Carola''"

Adjust Comment Print

"Quindi quella deve essere la stella polare che ci guida, poi tutto il resto è secondario". Il giudice delle indagini preliminari ha altre 48 ore per fissare l'udienza, che si terrà ad Agrigento, in cui si dovrà decidere se convalidare o meno il provvedimento.

Cercando di entrare nel porto di Lampedusa, la capitana della Sea Watch Carola Rackete sta rischiando il sequestro della nave e denunce penali.

Al momento dell'attracco della Sea Watch al molo di Lampedusa sono tantissimi gli abitanti e i curiosi che sono accorsi per assistere.

F1, Leclerc: "Sono contento, ma conta la gara"
Abbiamo portato dei cambiamenti molto buoni. "Nelle ultime tre gare ci sono due pole Ferrari , è un dato incoraggiante". Leclerc commenta così questa strategia: "Per quello che abbiamo testato nelle prove libere, questa è la scelta giusta".

La paternità dell'atto è stata imputata alla comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete e per lei, sono scattati gli arresti domiciliari a Lampedusa. "Io non sono questo" ha voluto precisare prima di ammettere di rispettare la comandante perché "ha portato avanti le sue idee", anche se non condivide il fatto che abbia speronato una motovedetta della Finanza. "Eravamo preoccupati anche per le persone a bordo che non capivano cosa stesse accadendo". Posso dire che al cento per cento Karola non avrebbe mai messo in pericolo la vita dei finanzieri. Siamo dispiaciuti per i finanzieri che si sono spaventati. "Poco dopo la mezzanotte la comandante ci ha riuniti per annunciarci che avremmo raggiunto il porto di Lampedusa perché i 40 migranti a bordo non potevano più continuare a stare in quelle condizioni e la situazione stava sfuggendo di mano dopo due settimane di attesa bisognava portare in sicurezza quelle persone che erano già sofferenti e non potevano continuare a restare sulla nave - dice ancora emozionato - il Comandante ha impartito gli ordini e ognuno di noi è andato in postazione". "Non era nostra intenzione fare del male a nessuno". Adesso pare rischi più di dieci anni di carcere e c'è chi, come lo stesso Ministro Salvini, non ha nascosto soddisfazione per il fatto che adesso sarà sottoposta a processo per le sue gesta. "Se non ti piace Salvini, non ti piace la Lega, non ti piace il Governo, fai battaglia politica, in Parlamento o nelle piazze, ma non salire a bordo di una nave che infrange la legge". E' sbagliato il punto di vista. Lo ha detto Oscar, uno studente tedesco, componente dell'equipaggio della nave Sea watch, che si trova ancora a bordo della nave della ong.

Sono arrivate quasi tutte in maniera ufficiale le reazioni di tre paesi europei particolarmente critici nei confronti dell'Italia: la Francia, la Germania ed il Lussemburgo.

Comments