Cagliari social forum: "Liberate la comandante di Sea Watch"

Adjust Comment Print

Dura la replica del vicepremier italiano Matteo Salvini: "Al Presidente tedesco chiediamo cortesemente di occuparsi di ciò che accade in Germania e, possibilmente, di invitare i suoi concittadini a evitare di infrangere le leggi italiane, rischiando di uccidere uomini delle Forze dell'Ordine italiane". Che Salvini abbia cinicamente strumentalizzato la tragedia dei migranti salvati dalla Sea Watch è analisi collettiva di chi non si lascia infinocchiare dalle sue sparate mussoliniane: il ministro del Carroccio si è sputtanato e si è capito quando ha vietato lo sbarco dei migranti fino a quando i Paesi europei non avessero accettato di ospitarli. "Ci dispiace vedere che stiamo arrivando a questa situazione perché il governo italiano sta sfortunatamente scegliendo una strategia dell'isteria su argomenti che ovviamente sono molto dolorosi", ha dichiarato la portavoce del governo, Sibeth Ndiaye.

La delegazione aveva parlato con la capitana che aveva manifestato la volontà di entrare in porto già ieri.

Qualcuno sta cercando di creare una società nella quale le persone sono considerate umane e rispettate solo quando seguono ciecamente la linea del capitano di turno. Non va senz'altro a chi se ne infischia delle norme italiane come taluni attivisti delle Ong. "Ancora una volta è toccato a noi portare in salvo 40 persone". L'Olanda ha infatti criticato senza mezzi termini il colpo di mano del comandante Carola Rackete che ha deciso di fare rotta verso Lampedusa. Da parte del comandante è stata un'azione criminale. La Sea Watch è un'ambulanza, non è tenuta a fermarsi, è un natante con a bordo un'emergenza. "E' nostro interesse offrire la massima collaborazione alle indagini perché c'è stato lo stato di necessità che non è stato rispettato. La situazione era diventata troppo critica, quindi la capitana Carola ha preso questa decisione coraggiosa". Carola Rackete non sarà processata per direttissima, e i suoi difensori prospettano: "La capitana Rackete si difenderà davanti al giudice, è stanca e stressata".

I finanzieri controllavano che la nave non raggiungesse il molo dell'isola.

Sea Watch in porto a Lampedusa. Arrestata la comandante Carola
La motovedetta della Gdf partita da Lampedusa ha intimato l'alt alla nave, che però non si è fermata e ora è davanti al porto di Lampedusa .

I reati contestati alla 31enne tedesca sono l'articolo 1100 del codice della navigazione: resistenza o violenza contro nave da guerra e l'articolo 337 del codice penale: resistenza a pubblico ufficiale. A Carola Rackete potrebbe essere contestato anche il tentato naufragio della motovedetta della Guardia di Finanza, speronata dalla nave durante la manovra di attracco.

"Non ha fatto nulla per evitarci, siamo stati fortunati: poteva schiacciarci". La nave è stata portata fuori dal porto, in rada, per essere poi trasferita al porto di Licata secondo quanto apprende l'Adnkronos.

Poi il responsabile del Viminale aggiunge: "La comandante fuorilegge ha giustificato il folle attracco che ha messo a rischio la vita degli agenti della Guardia di finanza dicendo che c'era uno 'stato di necessità'. Ha fatto tutto questo con dei parlamentari a bordo tra cui l'ex ministro dei trasporti: incredibile".

Comments