Milan, lunedì la presentazione ufficiale di Giampaolo

Adjust Comment Print

"Marco è un allenatore che predilige l'organizzazione, lasciando inventiva ai giocatori di qualità: i difensori crescono molto con lui e anche il play è fondamentale, poi davanti ci vuole qualità perchè è lì che si decidono le partite". Si attendono, dunque con curiosità, le prime dichiarazioni di Giampaolo da rossonero. Per me è una grandissima opportunità. "Ora devo meritarla sul campo" dice il tecnico del Milan. Non c'è mai una fine a un percorso: il mio è stato pieno di cadute e risalite.

Il tecnico rossonero ha fatto trasparire tutta la sua gioia e la soddisfazione per aver raggiunto la panchina del Milan. L'ho allenato, ma non è un giocatore del Milan. "Il Milan ha sempre cercato di raggiungere i risultati attraverso un modo di essere, attraverso il gioco, e spesso ci è riuscito". Non siamo riconoscibili solo per la maglia rossonera a strisce verticali.

Carola Rackete querela Salvini: "Istiga all'odio". Lui: "Non mi fa paura" VIDEO
E a sentire non solo gli sfoghi, ma anche gli argomenti puramente giuridici, non hanno neppure tutti i torti i nostri finanzieri. Entrambe le questioni, però, sono condizionate dai pregiudizi di parte.

Nasce il nuovo Milan che, fra cambio di allenatore e procedimenti con la Uefa, deve per forza fare i conti anche col vecchio, a cominciare dal calciomercato che i rossoneri dovranno organizzare in maniera oculata, ragionando minuziosamente sulle singole operazioni, sia in entrata che in uscita. La differenza la fanno i calciatori che si mettono al servizio del team.

"Testa alta e giocare a calcio".

Comments