Hong Kong, governatrice: "La legge di estradizione in Cina è morta"

Adjust Comment Print

La governatrice filo-Pechino di Hong Kong, Carrie Lam, ha assicurato che la contestata legge per l'estradizione in Cina "è morta".

Lo ha detto senza mezzi termini la governatrice dell'ex protettorato britannico Carrie Lam, dopo settimane di proteste: "Non esiste più un piano del genere, le legge è morta. Il progetto di legge sull'estradizione è morto".

"Certificato medico falso": nuova inchiesta sulla morte di Astori
Accertamento necessario per attestare la sua idoneità agonistica, ma secondo chi indaga mai realmente effettuato. La Nazione , stamani, riporta di una seconda inchiesta sulla tragica scomparsa di Davide Astori .

La rassicurazione della governatrice non placa le proteste di piazza, che "continueranno fino al ritiro formale della legge". "E il lavoro fatto dal governo su questa legge è stato un fallimento totale". Uno dei principali attivisti, Joshua Wong, ha definito su Twitter "un'altra ridicola bugia" le parole di Lam- "non è una cosa facile. - ha detto - Ho ancora l'entusiasmo e la responsabilità per servire la cosa pubblica".

Comments