Salvini apre Commissariato a Caltagirone e chiude il Cara di Mineo

Adjust Comment Print

Certo, se ogni giorno c'è un sottosegretario del Movimento 5 Stelle che si alza e la 'spara', diventa impegnativo...

"Alcune indagini hanno portato alla luce fattispecie evidenti di mafie non solo italiane, ma anche nigeriane che dal Cara di Mineo si sono allargate come potenza operativa dello spaccio su tutto il territorio".

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini è arrivato al Cara di Mineo, struttura che, ha confermato da Caltagirone, chiuderà.

La Capitana alla fine ha querelato Salvini: Istiga all'odio contro di me
Quando dovremmo intervenire? Come si può essere così cinici e crudeli pur di fare propaganda politica? . La nave nella notte aveva deciso di fare rotta dalle acque al largo di Lampedusa verso Malta.

Nel corso della passata settimana è stato chiuso definitivamente il Cara di Mineo.

Il ministro dell'Interno, in precedenza ha fatto tappa a Caltagirone, dove ha inaugurato il nuovo commissariato di polizia. "Stiamo lavorando per riconvertire il personale e stiamo ragionando su cosa sarà dopo di questo posto in termini di ricchezza e sviluppo", ha precisato poi il ministro dell'Interno. Risparmiamo un sacco di quattrini e si recuperano forze dell'ordine per il territorio.

Clima caldo, oggi nel Calatino, per la visita del ministro degli Interni Matteo Salvini che, oltre che dai rappresentanti delle istituzioni e dai suoi non pochi sostenitori, sarà accolto da diversi sit-in di protesta, indirizzati in particolar modo alle sue politiche migratorie, ma anche finalizzate a chiedere interventi per risarcire il territorio delle diverse centinaia di licenziamenti subiti con la chiusura del Cara di Mineo. Salvini ha parlato anche di numeri incoraggianti. I giudici, accogliendo la richiesta del Procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, lo hanno riconosciuto colpevole del duplice omicidio per rapina, commesso il 30 agosto 2015, nella loro villa di Palagonia di Vincenzo Solano, 68 anni, e di sua moglie Mercedes Ibanez, di 70. La donna, è la tesi dell'accusa, sarebbe stata anche violentata. Rientrato in bicicletta nel Centro accoglienza richiedenti asilo di Mineo in cui era ospite, il 18enne fu bloccato da militari dell'Esercito e da un Ispettore Capo in servizio nel Cara, insospettiti dai vestiti che indossava, quelli della vittima, troppo grandi per lui. Kamara si è sempre proclamato innocente.

Comments