Salvini ha detto una bugia su Savoini nella delegazione in Russia

Adjust Comment Print

Il direttore dell'Espresso Marco Damilano ha detto in un'intervista a Repubblica: "I vertici della Lega una denuncia contro l'Espresso l'hanno presentata, parlando di 'incessante campagna diffamatoria'".

Il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini prende le distanze da Gianluca Savoini e dalla bufera sollevata dal caso dei presunti fondi russi al Caroccio: "Savoini?". Ci stiamo confrontando - ha aggiunto il Presidente del Consiglio - non abbiamo ancora trovato una sintesi ma sono assolutamente fiducioso che anche su questo, sulla scuola, sull'istruzione, la troveremo'. Il petrolio, sembra di capire dai discorsi, verrebbe venduto scontato da una società pubblica russa per essere acquistato, con l'intervento di una banca d'affari internazionale, da una o da due società intermediarie e poi rivenduto all'Eni a prezzo pieno. Proprio nel corso del congresso che portò alla sua elezione intervenne con un discorso celebrativo di Salvini un altro membro dell'associazione, Alexey Komov, presidente onorario di Lombardia Russia e uomo di fiducia di un noto oligarca russo di estrema destra molto vicino al governo. "Chiedetelo a lui. Io faccio il ministro dell'Interno, mi occupo di cose serie, ritengo ridicola questa inchiesta", riferendosi a quella avviata dalla procura di Milano sul caso Savoini e sui presunti finanziamenti alla Lega da parte della Russia.

Conte specifica come a quell'evento sono stati invitati "automaticamente i partecipanti al forum Italia-Russia, che si era appena concluso e si era svolto qualche ora prima nei locali della Farnesina, gestito dal forum Italia-Russia e dall'Ispi". Sarebbero disponibili qualora la commissione si occupasse dei finanziamenti di tutti i partiti, Pd compreso, e con l'esclusione del solo M5S che dichiara di non aver mai preso soldi da alcuno.

MotoGP, KTM Tech3 dà l'addio a Syahrin: nel 2020 arriva Brad Binder
Ci piace anche il fatto che Brad abbia questo particolare stile di guida che gli consente di far esprimere il massimo alla moto. Abbiamo già fatto molte esperienze insieme e celebrato successi, quindi siamo tutti felici che le cose continueranno.

"Non conosco Savoini e non l'ho mai incontrato personalmente". "Dobbiamo trasparenza ai cittadini, abbiamo grandi responsabilità. Salvini ha fatto dichiarazioni: ho fiducia nel ministro Salvini", dice Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi parlando della vicenda Savoini. "Ho fatto le verifiche". L'indagine mette al centro l'incontro avvenuto il 18 ottobre del 2018 all'Hotel Metropol della capitale russa e l'audio, pubblicato dal sito statunitense BuzzFeed, in cui si sente una voce attribuita a Savoini, indagato per corruzione internazionale. Sono già state sentite alcune persone dalla Procura milanese.

Questa, però, la difesa dello stesso Savoini, affidata all'Ansa: "Posso solo dire che non è stato mai dato un centesimo o un rublo alla Lega da chiunque e da nessuno di quelli citati".

Secondo Marcucci, la presidente ha abdicato alla sua funzione super partes e assunto "un atteggiamento gravissimo che impedisce al Pd, ma anche agli italiani, di sapere verità su questa vicenda". "Alla luce delle nuove rivelazioni sulle connessioni russe di Salvini", ha "cinguettato" Anne Applebaum, "ecco il mio articolo di alcuni mesi fa su alcune delle connessioni russe del Brexiteer".

Comments