Presunti fondi russi, Di Maio: Salvini riferisca in Aula

Adjust Comment Print

Lunedì il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno Matteo Salvini - come riporta una nota del Viminale - ha incontrato le parti sociali "per una giornata di ascolto, confronto e proposta sulla crescita del Paese".

Non a caso il viceministro all'Economia, Massimo Garavaglia, ha espresso le sue perplessità sulla tenuta dell'esecutivo in vista della manovra 2020: "Il governo andrà avanti?"

Ha poi ricordato il suo impegno sul fronte economico: "Oggi ho fatto 6 ore e mezza di riunione in ministero con i rappresentanti di tutti i settori economici, a preparare la prossima manovra economica, che dovrà essere impostata sul taglio delle tasse". "Ho già reinvitato tutti i primi di agosto, non mi interessa l'iniziativa spot". Ma l'email pubblicata da La Stampa con cui Claudio D'Amico, consulente di Salvini a Palazzo Chigi, chiede di invitare Savoini al forum Italia-Russia in occasione della visita di Putin in Italia, e' una novita' cui Conte e Di Maio rispondono accentuando la loro presa di distanza.

La Grande mela al buio: black out a Manhattan
Sono rimaste senza corrente elettrica oltre 40mila persone secondo la ConEdison, la società dei trasporti pubblici della città. Spenta l'iconica insegna luminosa del Radio Music Hall, buio nel mall di Columbus Circle.

Ma su questo aspetto le idee di Di Maio sono nette: "L'unica cosa che non voglio è che si tolga da una parte per mettere dall'altra". E sull'autonomia ha detto esplicitamente che non intende mollare: "Penso che non sia un diritto non solo dei lombardi ma di tutti gli italiani". Nel corso del dibattito, è intervenuto Armando Siri. ex sottosegretario ed ideologo della flat tax, che ha spiegato il funzionamento del sistema fiscale non progressivo. Ci saranno benefici per 20 milioni di famiglie e 40 milioni di contribuenti. "L'intenzione è di portare nelle tasche degli italiani 12-13 miliardi di euro". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte a margine delle Universiadi. Ci comportiamo di conseguenza. Parlino pure con Siri, parlino pure con chi gli vuole proteggere le pensioni d'oro e i privilegi.

Anche se insolito, questo incontro non è senza precedenti. È infatti la prima volta che un premier in carica viene di fatto esautorato, così come i ministri competenti che si dovrebbero occupare delle materie di cui oggi ha trattato Salvini.

Sì alla flat tax, ma la Lega deve trovare le coperture senza toccare gli 80 euro o aumentare l'Iva. Invece di attaccare il suo collega vice premier colpevole di una scorrettezza inaudita, quella di aver assunto lui il ruolo del vero premier, se la prende con le forze sociali, Cgil, Cisl, Uil in primo luogo. "Per quanto mi riguarda - ha sottolineato ancora - basta recite, pensiamo a governare!".

Comments