Russiagate, le accuse di Mueller: ripetute interferenze russe sulle elezioni Usa

Adjust Comment Print

Al Congresso l'ex procuratore speciale del Russiagate, Robert Mueller ha dichiarato che il presidente degli Usa Donald Trump potrebbe essere incriminato dopo aver lasciato la Casa Bianca.

Mueller ha specificato di aver trovato prove insufficienti della colpevolezza di Donald Trump nella cospirazione con i russi e ha anche sottolineato che "cospirazione e collusione non sono sinonimi".

Quello che si poteva evincere dal suo rapporto è che la Russia aveva interferito con la campagna elettorare precedente alle elezioni del 2016 che hanno portato all'elezione di Donald Trump tramite disinformazione sui social media e fughe di dati tramite hackeraggio delle email dei candidati democratici.

Nuovo grande blackout in Venezuela, Guaidò invita a protestare
Nel Paese, che sta vivendo una gravissima crisi economica ed istituzionale, si sono registrati negli ultimi mesi diversi blackout .

L'ex procuratore speciale Usa Robert Mueller.

E ancora: "Il mio rapporto non esonera totalmente Trump", ha concluso. Il Russiagate è ormai un argomento stanco: obliterato dallo storytelling con cui Trump è stato bravo a non scalfire minimamente il suo elettorato, e dall'impossibilità reale di produrre conseguenze (argomento che potenzialmente potrebbe interessare parte dei non-Trumpers o degli indecisi, ma ha pochi spazi per creare appeal, e nemmeno la big testimonianza di Mueller li crea). Trump non era stato scagionato, ma Mueller aveva ritenuto impossibile portare più avanti l'indagine - durata quasi due anni - perché la Costituzione non gli avrebbe permesso di indagare il presidente. "Accusare il Presidente Trump di un reato è un'opzione che non potevamo prendere in considerazione". Queste frasi sono state interpretate come un appello al Congresso, portando vari deputati a chiedere l'impeachment del Presidente.

Il presidente, sempre prima che l'ex procuratore iniziasse a parlare alla Camera, ha anche criticato direttamente Mueller per i suoi presunti "conflitti di interesse".

Comments