Rinnovato il contratto a 130mila medici e dirigenti sanitari

Adjust Comment Print

E' stato firmato nella notte, dopo dieci anni di attesa, il nuovo contratto dei medici e dei dirigenti del servizio sanitario nazionale, l'accordo è rivolto ai 130mila medici e dirigenti che lavorano nelle Asl e ospedali.

"L'ipotesi di rinnovo - afferma il segretario Fp Cgil Medici Andrea Filippi - prevede un aumento medio pro capite di 200 euro al mese".

"L'ipotesi di rinnovo è stata firmata da tutti i sindacati medici, tranne la federazione Cimo-Anpo-Fesmed‼️ Un NO politico, tecnico e di buon senso e rispettoso della dignità di tutti i medici", così i sindacati che hanno decisio di non formare la pre intesa su facebook. "Siamo comunque orgogliosi di aver messo sul tavolo l'inserimento di un riconoscimento di 1500 euro ai giovani medici che entrano nel SSN, laddove prima non avevano nulla rispetto ad altre professioni sanitarie. Così come lo è l'aver previsto la certezza di ottenere un incarico dopo 5 anni di servizio, con una retribuzione che sale di 2.000 euro all'anno". "L'80 per cento dei medici - aggiunge - avrà un guadagno netto sulla retribuzione di posizione di 2000 euro".

Settimana di caldo intenso, soprattutto in alcune regioni
La città di Milano toccherà i 37 gradi.Gran anche sulle vallate dell'Alto Adige con 39 gradi previsti a Bolzano. Caldo choc al Nord Ovest, Sardegna , Valpadana, Toscana , Lazio : qui i termometri sfioreranno i 40 gradi .

Aumenta la parte fissa di tutte le posizioni gestionali e professionali, vengono storicizzati i fondi e le posizioni e aumenta la quota pensionabile. Come mai successo prima d'ora, passeranno subito da 0 a 1.500 euro annui.

Si tratta cioè, ha spiegato Palermo, di "un nuovo percorso di carriera 'aperta', a partire da gennaio 2020, che si affiancherà all'attuale percorso di carriera gestionale cui si accede superando il concorso da primario". I giovani medici neoassunti, anche sotto i 5 anni, avranno una retribuzione fissa di posizione. Risultati economici e normativi che segnano un solco con anni di assenza contrattuale. Una clausola di garanzia assicura a tutti una retribuzione di posizione certa in base all'anzianità e a prescindere dall'incarico. E ancora: chi ha più di 62 anni può chiedere l'esonero dalle guardie. Nel dettaglio: 5 mila euro al passaggio dei 5 anni, 6 mila al passaggio dei 15 anni e 7 mila al passaggio dei 20 anni. Sono state aumentate, allo scopo, le indennità di guardia notturna, da 50 a 100 euro, fino a 120 euro per chi lavora nel pronto soccorso.

Comments