Trump sollecita Fed a operare consistente taglio tassi

Adjust Comment Print

Nel frattempo, e con un'inflazione molto bassa, la nostra Fed non fa nulla - e probabilmente farà molto poco al confronto.

Lo twitta il presidente statunitense Donald Trump tornando ad attaccare la banca centrale americana, che si appresta mercoledì a tagliare il costo del denaro per la prima volta dalla crisi del 2008. "La Fed ha fatto tutte le mosse sbagliate. Un piccolo taglio dei tassi non è sufficiente, ma vinceremo ugualmente!". Segnali in questa direzione sono arrivati con la pubblicazione della prima stima sul PIl del secondo trimestre, che ha evidenziato una crescita, seppure superiore alle attese, del 2,1% migliore del previsto, mostrato allo stesso tempo chiari segni dell'impatto della guerra commerciale con la Cina.

Il carabiniere ucciso a Roma, i punti oscuri della vicenda
Il pusher ha chiamato il suo numero di cellulare che era stipato in borsa e si è messo d'accordo con i due americani per la restituzione.

Il tasso di cambio è invece la variabile più difficile da prevedere, secondo la teoria economica un abbassamento dei tassi di interesse dovrebbe scoraggiare gli investimenti esteri e quindi deprezzare la moneta rilanciando le esportazioni, ma nonostante quel che viene detto, il tasso di cambio è una delle cose più imprevedibili del sistema. E ancora: "Stiamo competendo con altri Paesi che sanno come giocare contro gli Stati Uniti".

Comments