Scuola: Mef, via libera assunzione oltre 53.000 docenti

Adjust Comment Print

Il ministero dell'Economia, tramite la Ragioneria Generale dello Stato, ha dato il via libera all'assunzione del personale docente per il prossimo anno.

La richiesta del ministero dell'Istruzione, che chiedeva quindi circa 5mila assunzioni in più, non prendeva in considerazione il calo degli iscritti, connessa con la diminuzione delle nascite, specifica il Mef spiegando il perché del numero approvato da via Venti Settembre: "Nella predetta richiesta non veniva tenuto in considerazione la marcata riduzione delle iscrizioni degli alunni, registrata specie nell'ultimo biennio, connessa con il calo della natalità".

Figuriamoci adesso che il MEF ha persino ridotto il contingente di posti destinato alle immissioni in ruolo.

Calciomercato, Boateng alla Fiorentina: "Non vedo l'ora di iniziare"
Sul giocatore c'è anche l'Eintracht Francoforte , club della Bundesliga che ha già avuto in rosa Prince. Per questo motivo non è stato facile prendere questa decisione. "Non vedo l'ora che sia mercoledì".

A tal proposito viene ricordato che "le dotazioni organiche complessive e la distribuzione delle stesse tra le regioni sono definite specificamente in base al grado di densità demografica e alla previsione dell'entità e della composizione della popolazione scolastica". Sono diversi gli aspetti da considerare su questa decisione: il primo è che, incredibilmente, al ministero dell'Istruzione non hanno avuto nulla da eccepire sul taglio di assunzioni, probabilmente consci del fatto che, in definitiva, cambierà ben poco ai fini delle effettive assunzioni a tempo indeterminato, le quali saranno molte meno delle cattedre autorizzate. Roberto Della Ragione, portavoce del Coordinamento nazionale docenti Gae-Gm-vincitori di concorso, attacca: "Con 140 mila precari queste assunzioni sono una miseria".

Grandi notizie per coloro che sognano di lavorare all'interno delle scuole: secondo le ultime indiscrezioni, entro il 2020 dovrebbero essere assunti numerosissimi docenti. Ma per i sindacati si apre un nuovo fronte di proteste visto che, a fronte del calo demografico, l'auspicio era di poter formare classi meno affollate.

Comments