Sciopero caselli autostrade: a rischio l'esodo delle vacanze

Adjust Comment Print

Il personale tecnico e amministrativo si fermerà le prime 4 ore del proprio turno di lunedì 5 agosto.

Si tratta del primo sciopero organizzato in questo mese nell'epoca delle gestioni private: agosto infatti è il mese che - proprio per tutelare l'esodo - è garantito dalla tregua estiva che blocca gli scioperi nel settore trasporti grazie alla legge 146. Secondo quanto riferiscono fonti sindacali lo sciopero proclamato nel weekend del 4 e del 5 agosto è stato confermato.

I due giorni di trattative in extremis per il rinnovo del contratto dei lavoratori delle autostrade e dei trafori si sono rivelati inutili. In poche parole, ai caselli - già in sofferenza per le giornate di traffico da bollino rosso - nelle ore dello sciopero si potrà passare solo con le carte prepagate (oppure nelle corsie Telepass per chi ha il Telepass). Questi gli orari dello sciopero: "Dalle 10 alle 14, dalle 18 alle 22 di domenica 4 e dalle 22 di domenica 4 alle 2 di lunedì 5 si fermeranno gli addetti all'esazione ai caselli e il personale turnista non sottoposto alla regolamentazione dello sciopero".

A determinare lo sciopero - fanno sapere i sindacati - "la fase critica che sta attraversando la trattativa" con le società concessionarie autostradali rappresentate da Acap-Fise e Federreti (di cui fa parte Autostrade per l'Italia).

Investire nel Forex con meno rischi
Questi tipi di manovre finanziarie sono molto comuni tra uomini e donne d'affari che cercano di moltiplicare i loro soldi. A seconda della tua situazione finanziaria e della tua età, c'è una vasta gamma di opzioni per te.

Lo sciopero autostrade del 4 e 5 agosto sarà attivo in diverse fasce orarie.

Gli stessi sindacati hanno anche voluto precisare che lo sciopero non comporterà l'assenza di pedaggio sulle autostrade.

I casellanti non rientrano tra i lavoratori sottoposti alla regolamentazione dello sciopero e non sono quindi precettabili, hanno poi spiegato i sindacati.

"Nello specifico - aggiungono le sigle sindacali -, i motivi della rottura sono, in primo luogo, attribuibili alla indisponibilità delle controparti a dotare il settore delle necessarie clausole di salvaguardia occupazionale, nonché di mantenimento delle condizioni normative ed economiche acquisite dai dipendenti del settore, soprattutto a fronte dell'imminente scadenza di molte concessioni autostradali".

Comments