Tornano le proteste a Mosca, centinaia di fermi: in arresto l'attivista Sobol

Adjust Comment Print

Situazione che resta tesa anche ad Hong Kong, dove agenti - in assetto antisommossa - hanno lanciato gas lacrimogeni contro i manifestanti che, in piazza, avevano devastato una stazione della polizia. Tra gli altri, è stata arrestata anche la passionaria Ljubov Sobol, attivista legata al dissidente Alexei Navalny. 'Perché avete i caschi, avete paura di una ragazza al 20esimo giorno di sciopero della fame?', ha chiesto ai poliziotti. Sobol, prima di essere portata via, ha chiesto le tessere identificative degli agenti e ha letto i loro nomi ad alta voce davanti ai giornalisti che hanno documentato il fermo. È stata lei, infatti, a chiamare a raccolta i sostenitori dell'opposizione moscovita chiedendo di sfilare pacificamente lungo l'anello dei boulevard della capitale russa, ovvero la storica circonvallazione interna.

Istat, il tasso di disoccupazione ai minimi dal 2012
Il dato, che nella precedente rilevazione aveva toccato quota 224 mila (rivisto a 193K), oggi si è attestato a quota 164 mila. Giù anche la disoccupazione giovanile (15-24 anni), che scende al 28,1 per cento, in calo di 1,5 punti percentuali.

La donna è stata ammanettata mentre dal suo quartier generale si stava recando, in taxi, verso il centro della città. Circa 15mila persone si sono dette interessate sulla pagina Facebook dell'evento. Secondo la ong OVD-Info, che monitora l'operato della polizia russa, sarebbero almeno seicento i fermati.

Comments