C’è il Barça, Ancelotti sprona il Napoli: "Ora testiamoci con le migliori"

Adjust Comment Print

La trattativa sembra essere la tipica telenovela estiva nella quale sono i tifosi la parte destinata a soffrire maggiormente. "Squadre ancora incomplete, il mercato e' in piena evoluzione, bisognera' aspettare".

In attesa delle amichevoli contro il Barcellona -questa volta due e non tre- negli States, dove il Napoli ha pensato di far crescere il proprio brand, gli azzurri stanno dimostrando che possono giocarsela alla pari con chiunque.

"Noi dobbiamo ragionare perché quando ci si avvicina a certi giocatori e le controparti sanno che vuoi comprare, allora il gioco si fa duro".

Migranti, von der Leyen: "Nuovi criteri umani ed efficaci di ripartizione"
Lo farà per le migrazioni, per cui serve "un nuovo patto", di "procedure efficaci, efficienti e umane", ha precisato. "Un'Unione europea unita ha bisogno di un'Italia forte, prospera".

"La lunghezza di questo mercato un po' mi scoccia - ha proseguito l'allenatore del club partenopeo -, ma bisogna adeguarsi". Ha una struttura importante, ma comunque non ha quelle masse muscolare alla Lukaku e alla Dzeko, è anche veloce. Il primo rientrera' a Ferragosto e giochera' il 24 a Firenze. A proposito della nuova coppia difensiva, Carletto ha parole di ammirazione per il greco - "è forte e aggressivo al punto giusto" - mentre scherza sul secondo, assicurando che giocherà la prima di campionato e poi magari. riposerà contro la Juventus.

Per quanto riguarda Milik, apparso un pò in ritardo sui tempi di preparazione, Ancelotti ha rassicurato tutti: "È soltanto in ritardo di condizione". I tecnici della vecchia guardia, hanno sostenuto (da) sempre che vince chi subisce di meno: il Napoli in questa direzione sta lavorando in maniera eccellente.

Quindi non c'è motivo di preoccuparsi, perchè il Napoli c'è: "C'è chi gira tanto in questo periodo e riscontra problemi". Elmas impressiona per le sue qualita.

Comments