Pernigotti è salva, Di Maio: "Niente esuberi"

Adjust Comment Print

RIMINI È il romagnolo Giordano Emendatori l'imprenditore che assieme alla cooperativa torinese Spes, storico marchio produttore di cioccolato, ha contribuito al salvataggio di Pernigotti e del posto dei lavoro dei 92 dipendenti dello stabilimento di Novi Ligure, in provincia di Alessandria. Soddisfatto lo stesso ministro: "È stato raggiunto un accordo in tempi record". Lo si apprende da fonti Mise mentre è in corso il tavolo con i sindacati. "Frutto del lavoro portato avanti in questi mesi in modo sinergico dall'advisor e dal Ministero, che ha permesso l'individuazione di due nuovi investitori", prosegue la nota del Mise.

Juventus mercato, parla il padre di Higuain: "Rimarrà lì"
Il Pipita , ancora in forza alla Juventus , corteggiato dalla Roma , e che però alla Juventus vorrebbe restare. Da quando è tornato a Torino , Gonzalo Higuain si è sempre allenato agli ordini di Maurizio Sarri .

Giordano Emendatori, fondatore della 'Mec3' di San Clemente (azienda che nel 2014 ha ceduto a Riverside Company e che nel 2016 è stata rilevata dal fondo inglese Charterhouse Capital Partner), un imprenditore cresciuto nel settore della produzione di preparati base per gelati e pasticceria, mette le mani sul ramo d'azienda I&P, Pernigotti maestri gelatieri, una quarantina di addetti e una sessantina di agenti. "L'accordo è storico ed è stato raggiunto in tempi record, lo stabilimento di Novi Ligure restera' aperto e non ci saranno esuberi tra i lavoratori", ha affermato il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, al termine del tavolo convocato al dicastero. "Il Ministro Di Maio è subito intervenuto per far fronte all'emergenza, incontrando sia la proprietà che i lavoratori per lavorare all'individuazione di una soluzione della crisi". E' in fase di valutazione la possibilità che sia un unico soggetto aziendale a gestire la produzione di Novi. "Ora la tappa successiva per noi è quella di entrare nel merito del Piano Industriale per conoscere i dettagli che riguardano la produzione e l'assetto occupazionale". "Oggi intanto - conclude Palazzoli- è stato raggiunto l'obiettivo di avere due aziende importanti che hanno dichiarato di voler produrre a Novi Ligure".

Comments