Hong Kong, nuove tensioni. Proteste in aeroporto: voli cancellati

Adjust Comment Print

Per il decimo weekend consecutivo nel territorio autonomo cinese di Hong Kong si sono tenute proteste a favore della democrazia e contro il governo locale e la polizia. Cancellati tutti i voli da e per l'ex colonia britannica. Tutti i voli di oggi che non avevano completato le procedure di check-in entro il pomeriggio sono stati cancellati, così come i voli in arrivo che non erano ancora decollati dall'aeroporto di partenza. La Cina definisce le proteste "atti di terrorismo".

Una folla di persone riempie le sale di arrivi e partenze dell'aeroporto di Hong Kong, per protestare contro le autorità dell'ex colonia britannica. Parlando ad una conferenza stampa a Pechino il portavoce dell'ufficio cinese per Hong Kong e Macao ha detto che "manifestanti senza cuore hanno lanciato bombe carta contro la polizia".

L'autorità aeroportuale ha inoltre consigliato al pubblico di evitare viaggi verso l'aeroporto, a causa della congestione del traffico e dei parcheggi pieni. E ha aggiunto che "li hanno attaccati più volte con strumenti estremamente pericolosi" e che "hanno già commesso crimini molto violenti e adesso stanno mostrando atteggiamenti terroristici". La Cathay avrebbe già licenziato due impiegati e sospeso un pilota e il Ceo Rupert Hogg ha annunciato "conseguenze disciplinari" per chi parteciperà ai "disordini".

Investire nel Forex con meno rischi
Questi tipi di manovre finanziarie sono molto comuni tra uomini e donne d'affari che cercano di moltiplicare i loro soldi. A seconda della tua situazione finanziaria e della tua età, c'è una vasta gamma di opzioni per te.

Migliaia di persone, in maggioranza vestite di nero, si sono concentrate nell'area degli arrivi e il sit-in di tre giorni che originariamente doveva terminare ieri sera continua. Intanto, riferisce l'Associated Press, la polizia ha deciso di dispiegare per le strade veicoli pesanti equipaggiati con cannoni ad acqua.

Nel corso delle ultime settimane, i manifestanti hanno affinato sempre di più le loro tecniche di protesta: hanno cominciato a munirsi di caschetti e maschere antigas per proteggersi dai proiettili di gomma e dai lacrimogeni sparati dalla polizia, e hanno iniziato a prediligere manifestazioni più diffuse, senza seguire per forza i percorsi autorizzati dal governo.

Comments