Morgan e Sanremo: "Amadeus? Come chiamare un elettricista a riparare un lavandino"

Adjust Comment Print

Parlando invece del suo nuovo format radiofonico, l'artista ha affermato che racconterà la storia di otto grandi cantautori, da Battiato a Paoli, e partendo dalle canzoni cercherà di dipingere un affresco sociale completo, gestendo il dibattito nel ruolo di afitrione.

Che ne pensate del duro commento di Morgan? Durante le sue trasmissioni prevede di mettere a confronto voci eterogenee: "Inviterò un ospite che conosce il protagonista, che sia un parente o un amico".

Hong Kong: nuovo raduno in un parco nel centro
Secondo Li, dagli Usa si continua a mettere in discussione e interferire con il principio "un Paese, due sistemi". Chiusa con avvertimento minaccioso a Washington: "Chi di spada ferisce di spada perisce".

E su Claudio Baglioni, che per ben due edizioni ha condotto il Festiva di Sanremo, dice: "Lui era perfetto, ma non faceva il direttore artistico, faceva Baglioni. Amadeus è un grande professionista - ha sottolineato - ma è come chiamare un elettricista a riparare un lavandino, spero che almeno faccia dei quiz sulla musica". "Chiamerò un "inarrivabile" come Mina, Moroder o Morricone, e farò anche parlare un giovane di quelli che vanno forte oggi, come Achille Lauro, Willie Peyote, Young Signorino o ex partecipanti dei talent". La frecciata di Morgan è rivolta verso chi ha scelto Amadeus come prossimo presentatore del Festival: "Oggi tutti si intendono di musica, ma la competenza è un'altra cosa".

A tal riguardo lo scorso 6 agosto, Morgan ha scritto al ministro della cultura Alberto Bonisoli, chiedendo che gli venga bloccato l'ordine esecutivo e che gli venga restituita la casa. "Però - aggiunge il cantante - questo non interessa, tanto che avremo un esperto di quiz a Sanremo". "Io mi sarei vergognato al suo posto, a cantare i miei brani ogni tre minuti, e trasformare il Festival in un concerto personale". I tumulti abitativi degli ultimi mesi, però, stanno mettendo in crisi la sua creatività: "Non compongo più, non ho il mio posto". Il pignoramento della sua abitazione è stato stabilito dal tribunale nel 2017, a causa del mancato pagamento degli alimenti per le sue figlie. L'artista ha anche aggiunto una petizione su change.org, arrivata al momento a poco più di 2.500 firme, lanciando l'hashtag #IoStoConMorgan. Ha detto di essersi proposto ai vertici di Viale Mazzini come timoniere della kermesse, che andrà in onda come di consueto a febbraio su Rai 1. Si occupa per TPI di SEO e produzione di notizie.

Comments