È morto per un malore Felice Gimondi

Adjust Comment Print

Il grande campione bergamasco era in vacanza a Giardini Naxos con la moglie Tiziana. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, si è sentito male in acqua. "Felice era un grande uomo ed è stato un gradissimo campione, non riesco a credere che non ci sia più e che me lo hanno portato via". Dal 1996 in suo onore si tiene nella Bergamasca la Granfondo internazionale Felice Gimondi, patrocinata da Bianchi. "Ho seguito tutta la sua carriera da dirigente, l'ho sempre ammirato e apprezzato". "Sei stato un grande Felice", ha scritto su Twitter il ct della Nazionale di ciclismo Davide Cassani. Con la vittoria del tour spagnolo riuscì a vincere Great Lap, un premio che solo sette ciclisti al mondo sono riusciti a conquistare. Gimondi, "era un personaggio al di fuori degli schermi attuali, molto attento a se stesso, rispettoso di tutti, compresi gli avversari".

Dunque complessivamente si aggiudicò tre Giri d'Italia, un Tour de France, una Vuelta a España e, tra le classiche monumento, una Milano-Sanremo, una Parigi-Roubaix e due Giri di Lombardia, oltre al titolo di campione del mondo. Il grande ciclista belga e Gimondi si sono sfidati diverse volte, terminate spesso con la vittoria di Merckx, il cui palmarès è considerato ancora imbattibile. Filo rosso delle sue imprese fu l'eterno duello con il rivale di sempre, l'altro grande campione belga Eddy Merckx.

Epstein: le guardie si sono addormentate - Ultima Ora
Il finanziere si è tolto la vita nel Metropolitan Correctional Center di Manhattan , a New York, in cui era detenuto. Se ritenuto colpevole, avrebbe potuto essere condannato ad un massimo di 45 anni di carcere.

Dopo il ritiro dalla carriera professionistica, Gimondi ricoprì il ruolo di direttore sportivo della Gewiss-Bianchi nel 1988, e nel 2000, della Mercatone Uno-Albacom di Marco Pantani.

Eppure, per molti giovanissimi Felice Gimondi è poco più di una figurina: un campione del passato, del quale hanno visto qualche breve filmato e forse letto qualche descrizione della sua carriera.

Comments