Open Arms, la Trenta non firma il divieto

Adjust Comment Print

"Open Arms, la procura indaga per sequestro di persona". Nessuna traccia della scabbia e di altre gravi patologie che erano state rilevate dai medici a bordo della nave Ong e che avevano determinato lo sbarco urgente dei malati. Nel caso di Open Arms, fra l'altro, passare dal TAR era la scelta più logica, dato che la sanzione previste per chi viola il divieto di ingresso è di tipo amministrativo (il TAR del Lazio è il tribunale amministrativo regionale competente per le questioni che riguardano lo stato). Il ministro dell'interno ha pubblicato un Tweet, allegando la notizia dell'Agi che riporta la decisione di Elisabetta Trenta. Dietro le polemiche di questi giorni ci sono bambini e ragazzi che hanno sofferto: "la politica non può mai perdere l'umanità". "Gli risponderò garbatamente ma non capisco perché debbano sbarcare in Italia". Infine il secondo provvedimento firmato da Matteo Salvini e il rifiuto della ministra della Difesa di appoggiarlo. Ma stavolta, c'è chi giura, che Luigi Di Maio non farà una sola telefonata a Matteo Salvini. Intanto è stato disposto lo sbarco per i 27 minori, autorizzato da Salvini dopo una seconda lettera del premier Giuseppe Conte indirizzata al vertice del Viminale. I giudici ricordano che "le convenzioni internazionali impongono il divieto di respingimento alla frontiera o di espulsione dei minori stranieri non accompagnati" riconoscendo loro, di contro, "il diritto ad essere accolti in strutture idonee".

A bordo è emergenza sanitaria, hanno dichiarato i medici della Cisom dopo un'ispezione. Parole che non smuovono Matteo Salvini.

Giornalismo in lutto. È morta Nadia Toffa
Dopo due mesi di cure, a febbraio la giornalista era in tv, rivelando di aver avuto un cancro . Ad annunciarlo è stata proprio la pagina ufficiale del programma di Italia1.

"Nello stesso tempo la Guardia Costiera ha chiesto al Viminale di individuare rapidamente un porto di sbarco, dopo le nostre sollecitazioni". La situazione è quella che è: stanno da troppe ore fuori dal porto, qualcuno è stato sbarcato per ragioni mediche. "La mia risposta è no, no, no. Ne sono già arrivati a sufficienza di clandestini negli anni passati".

"Con altrettanta sincerità Ti rappresento il rammarico e la preoccupazione che tale Tua determinazione possa provocare una irreversibile ed onerosa presa in carico, per il nostro Paese, dell'assistenza di soggetti che, successivamente, potrebbe rivelarsi non dovuta". Con l'avvicinarsi del 20 agosto, giorno in cui Conte sarà in Senato per la sua 'operazione verità' sulla crisi di Governo e il Carroccio motiverà la sua mozione di sfiducia al presidente del Consiglio dei ministri, lo scontro tra Salvini e Conte sale di livello. "Mica posso inventare malattie che non esistono". La fine dell'ennesimo braccio di ferro sulla pelle degli ultimi non è ancora scritta. E' un appello quasi disperato a fare presto, quello lanciato da Alberto Mallardo, referente delle Chiese evangeliche in Italia a Lampedusa nell'ambito del progetto "Mediterranean Hope". "Francia, Germania, Romania, Portogallo, Spagna e Lussemburgo mi hanno appena comunicato di essere disponibili a redistribuire i migranti - scrive Conte - Ancora una volta, i miei omologhi europei ci tendono la mano".

Comments