Salma ricoperta di formiche all'ospedale di Scafati: la denuncia

Adjust Comment Print

E che ora pensa di spendere i soldi messi a disposizione dal nostro ministero per l'edilizia ospedaliera per costruire un doppione dell'ospedale di Salerno, mentre agli altri nosocomi della stessa provincia non viene garantita neppure la manutenzione ordinaria e sono infestati di insetti. Secondo quanto appurato, le formiche sono entrate nell'obitorio passando dalle mura, in un interstizio tra due battiscopa. Entrati all'interno della morgue, Rosario e Maria Rega hanno sollevato il lenzuolo posizionato sul corpo della madre, deceduta una cinquantina di minuti prima, e sono rimasti di stucco: la barella, specie la parte posteriore destra, era invasa da formiche che erano salite anche sul corpo della donna. La procura ha sequestrato le cartelle cliniche e nelle prossime ore sarà effettuata l'autopsia sulla salma; autopsia che, come richiesto dai familiari assistiti dai legali Gerardo Striano e Silvio Del Regno, ci si augura servirà a far luce sulle cause del decesso. I familiari hanno così allertato i carabinieri della locale Tenenza. "Occorre garantire dignità agli esseri umani anche dopo la morte". "Il decesso - si legge in una nota dell'Asl - è avvenuto alle ore 9,20, il trasporto della salma in obitorio tra le 9,30 e 9,45, dopodiché sono stati rinvenuti insetti che inequivocabilmente fuoriuscivano da un interstizio tra due battiscopa".

Gol e applausi per Dybala nel test in famiglia di Villar Perosa
Ma sui giocatori da tagliare incidono (molto) anche le loro prestazioni di questo precampionato. Abbiamo grandi giocatori, di alto livello.

"Immediatamente allertati, sono giunti sul posto il dottor Alfonso Giordano, direttore del Dea di Nocera Inferiore - Scafati - Pagani, e il dottor Luigi Lupo, direttore del Nucleo operativo ispettivo, oltre che il dottor Maurizio D'Ambrosio, dirigente medico dell'ospedale di Scafati ed è stato altesì, investito il Dipartimento di Prevenzione".

Comments