Caldo fino a mercoledì, poi temporali e temperature in calo

Adjust Comment Print

Si tratta dell'ennesima ondata di calore africano dell'estate in corso, che però nei prossimi giorni subirà una dura battuta d'arresto, con il maltempo che minaccerà gran parte della Penisola. Sono previsti rovesci di pioggia e temporali diffusi su Alpi e Prealpi tra il tardo pomeriggio e le ore notturne, i quali tenderanno a concentrarsi soprattutto sui settori centro-occidentali. Le temperature toccheranno picchi di 36° ad esempio a Firenze, Roma, Terni, Ascoli Piceno, Caserta e Foggia, fino a 34-35° in Emilia e sul basso Veneto come a Bologna e Rovigo. Oltre ai forti rovesci, alle intense raffiche di vento e agli improvvisi nubifragi, uno dei fenomeni presenti nei nostri incubi è quello della grandine.

I primi temporali sono previsti nelle prime ore di giovedì: a causa dell'energia in gioco è possibile il verificarsi di grandinate con chicchi notevoli; i fenomeni violenti si potranno verificare nel Varesotto, nel Verbano-Cusio-Ossola e Milanese ma non escluso che coinvolgano anche altre zone della pianura del Nord. Mercoledì è previsto un calo delle temperature a partire da Nord, giovedì su tutta l'Italia, complici anche frequenti temporali. I primi focolai temporaleschi "si presenteranno al Centronord mercoledì, pur in un contesto ancora in prevalenza soleggiato".

Inter-Gozzano 2-0, Lukaku subito in gol nell’ultima amichevole
In avanti, la coppia d'attacco scelta dall'ex allenatore della Juventus è stata Lautaro Martinez e Romelu Lukaku . Nel primo tempo ha segnato Lukaku , nella ripresa ha raddoppiato invece Politano , che ha trasformato un rigore.

Siamo vicini alla svolta sul fronte meteo, perché il caldo africano ha i giorni contati. Questa zona depressionaria condizionerà il tempo nel pomeriggio di giovedì anche sulle aree centrali dell'Italia, con qualche episodio temporalesco tra la Toscana (fino a Firenze), l'Umbria meridionale e l'Abruzzo. Il sole ad ogni modo non mancherà in particolare sulle coste adriatiche, mentre quelle tirreniche potrebbero essere interessate da occasionali fenomeni.

Comments