Nuova Zelanda, Presidente del Parlamento in aula con un bimbo

Adjust Comment Print

Il pupo in questione, peraltro, è il figlio di un collega, Tamati Coffey, laburista come Mallard e incidentalmente gay: è nato sei settimane fa, il compagno Tim è il padre biologico, la madre è, come si dice, surrogata. È quanto avrà pensato Trevor Mallard, presidente della Camera neozelandese, che, durante una delle sedute, si è presentato sullo scranno al centro dell'assemblea con un piccolo bimbo in braccio allattandolo con un biberon. "Solitamente la sedia dello speaker è usata solo dal presidente del Parlamento, ma oggi un vip ha preso posto sulla sedia con me". "I bambini riescono a calmare l'atmosfera tesa del Parlamento e penso che ne servirebbero di più intorno a noi a ricordarci la reale ragione per la quale tutti siamo qui", ha dichiarato poi Trevor Mallard che durante la seduta ha proseguito i lavori dando la parola senza cedere il piccolo e continuando ad allattarlo. Il bimbo che ha tra le braccia, invece, è il figlio di un altro deputato, Tāmati Coffey.

Rio de Janeiro, 16 persone in ostaggio su un bus
La strada è stata chiusa al traffico, provocando pesanti disagi alla viabilità della metropoli. L'uomo è stato colpito da un cecchino delle forze speciali brasiliane ed è morto.

Anche altri colleghi parlamentari sono stati lieti di avere il piccolo in aula con loro ed hanno condiviso l'immagine del presidente nell'insolita veste di babysitter. Una cosa che lui stesso ha chiarito di aver fatto con gioia, condividendo sul suo profilo Twitter le fotografie.

Comments