Lo chef Andrea Zamperoni trovato morto a New York

Adjust Comment Print

È stato trovato morto avvolto in un lenzuolo al primo piano di un ostello di New York, Andrea Zamperoni, lo chef 33enne del Lodigiano, scomparso sabato scorso, 17 agosto 2019.

Secondo la testata statunitense, che cita l'aiuto chef Ignacio Albo, Andrea Zamperoni non ha mai mancato un giorno di lavoro in tanti anni come dipendente da Cipriani Dolci. Questa è una famiglia molto unita e noi l'abbiamo nel cuore: "non possiamo che starle molto vicini".

Il giovane si era trasferito a New York da poco più di un anno, per lavorare al ristorante Cipriani Dolci. "Siamo addolorati di essere venuti a sapere che Andrea Zamperoni, amato membro del team Cipriani per molti anni, è stato trovato morto" afferma Cipriani Dolci in una nota. Secondo le prime ricostruzioni, gli agenti al loro arrivo sarebbero stati accolti da una donna nuda che gridava indicando il corpo: "È lì". Al momento sarà l'autopsia a stabilire le effettive cause della morte dell'uomo.

Calciomercato Fiorentina, Pradé: "Ribery ci piace"
Stiamo mantenendo le promesse fatte: "porteremo ancora avanti il discorso legato ai giovani". Sugli attaccanti: "Finché c'è Simeone io sono tanto contento di tenermelo".

Zamperoni vive nel suo appartamento da solo, il fratello gemello, anche lui chef per la Cipriani, si trova a Londra, entrambi tornavano spesso a Casalpusterlengo, in provincia di Lodi, dove abitano ancora madre, padre e nonna. Il patron di Cipriani, Arrigo, definisce Zamperoni uno di famiglia.

I colleghi hanno visto Andrea per l'ultima volta sabato sera: lunedì mattina non si è recato al lavoro alla riapertura, facendo scattare l'allarme tra chi non lo ha visto arrivare. Da allora di lui non si è saputo più niente. Anche Elia Delmiglio, sindaco di Casalpusterlengo, esprime solidarietà nei confronti della famiglia, che nelle ultime ore ha ricevuto l'affetto degli amici d'infanzia del figlio Andrea: "Ci uniamo all'apprensione della famiglia, nella speranza che il caso venga risolto rapidamente, e ci affidiamo alla competenza delle autorità della polizia di New York perché si arrivi a notizie positive e a una conclusione felice della vicenda". E non c'è dubbio, purtroppo, che si tratti di Zamperoni: a riconoscerlo è stato il fratello gemello, Stefano, che era volato a Manhattan per seguire le ricerche.

Anche i familiari erano in pensiero, sin da domenica, quando lo chef aveva saltato la quotidiana chiamata alla madre, Oriella Dosi, che ora è stravolta per quanto è accaduto.

Comments