Ocean Viking, appello Msf: "Sta finendo il cibo, dateci porto sicuro"

Adjust Comment Print

I 356 naufraghi, di cui 103 minori non accompagnati, sono ormai in mare da giorni in attesa di un porto sicuro dive poter scendere. "Siamo preoccupati per il rapido peggioramento dello stato di salute mentale dei migranti". Se c'è da salvare qualcuno, può attraccare.

Rapporti internazionali a parte, a Lampedusa c'è chi fa i conti ogni giorno concretamente con la gestione degli sbarchi. Si tratta di persone provenienti da Paesi in conflitto. Il suo capo missione, Nick Romaniuk, in un'intervista a Repubblica spiega: "Qui la vita è in pausa".

Juventus, l’annuncio choc di Cristiano Ronaldo: "Potrei ritirarmi tra un anno"
Più di recente CR7 lo è stato la vicenda Kathryn Mayorga , la donna che lo ha accusato di aver abusato di lei dieci anni fa. Fa male quando mettono in discussione il tuo onore, ma grazie a Dio è stato dimostrato ancora una volta che ero innocente.

Il medico di bordo ha espresso profonda preoccupazione per i migranti sulla nave: "Ci sono persone le cui condizioni di salute potrebbero presto diventare critiche, fino al punto di dover richiedere un'evacuazione". Alcuni sono sopravvissuti a naufragi o bombardamenti. SOS Méditerranée ha scritto che "una grande maggioranza delle persone soccorse ha subito detenzione arbitraria, estorsione, lavori forzati o tortura durante il viaggio". Tutti hanno bisogno di sicurezza. Sos Mediterranée e Medici senza frontiere continuano a chiedere che gli venga indicato un porto dove sbarcare. "Come medico, non posso accettare le loro inutili e prolungate sofferenze". 356 sopravvissuti. Questa è una testimonianza della loro umanità. La portavoce dell'esecutivo comunitario Natasha Bertaud ha infatti dichiarato che la Commissione europea è pronta "ad iniziare il coordinamento per il ricollocamento dei migranti a bordo della Open Arms" sperando "che questo spirito di solidarietà sia dimostrato anche per i migranti a bordo della Ocean Viking", senza dimenticare di evidenziare la disponibilità ad accogliere migranti espressa da Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo, e Romania. "Queste 356 persone devono scendere in un porto sicuro, adesso", ribadiscono i rappresentanti della Ong.

Comments