Amazzonia brucia, Di Maio: "Bolsonaro fermi distruzione della foresta"

Adjust Comment Print

L'attore Leonardo DiCaprio, impegnato in prima linea nella lotta contro il cambiamento climatico e per la tutela dell'ambiente, su Instagram punta il dito contro Bolsonaro ("scienziati e ambientalisti attribuiscono l'accelerazione della deforestazione al presidente brasiliano, che ha invitato apertamente i taglialegna e gli agricoltori a liberare la terra") e invita tutti i suoi followers a fare sentire la propria voce per l'ambiente e supportare le organizzazioni che si sforzano di difendere il territorio amazzonico come Rainforest Trust.

E mentre l'Amazzonia brucia, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha rilasciato dichiarazioni molto forti che hanno suscitato enormi proteste sui social e nelle piazze: "Non chiedetemi le prove, ma ci sono forti indizi che a provocare gli incendi di questi giorni siano state le Ong ambientaliste".

"Gli incendi boschivi esistono in tutto il mondo e questo non può essere un pretesto per possibili sanzioni internazionali". Quello di cui ha paura il presidente brasiliano sono eventuali sanzioni visto che il problema sarà affrontato, per volere del presidente francese Emmanuel Macron, dal G7 che si riunisce oggi in Francia. "Siamo consapevoli che dobbiamo proteggere l'Amazzonia e stiamo agendo per combattere la deforestazione illegale", ha affermato, dopo aver autorizzato il dispiegamento delle forze armate contro gli incendi. Bolsonaro ha deciso di inviare l'esercito nella regione ed ha detto in diretta televisiva, che "la foresta amazzonica è parte essenziale della storia del Brasile". E immediata è arrivata la replica degli attivisti: "Bolsonaro non accetta la responsabilità di quello che semina e accusa le uniche istituzioni che cercano di fermare questa tragedia!". "Ho appena parlato con il presidente Jair Bolsonaro - ha twittato il capo della Casa Bianca - Le nostre prospettive commerciali sono entusiasmanti e il nostro legame è forte, forse più di sempre".

Lorella Cuccarini, il flop di "Grand Tour" che chiuderà in anticipo
Una decisione arrivata dopo i giudizi più volte espressi dalla conduttrice in favore di Matteo Salvini . Oppure la Rai dovrà incassare un'altra sconfitta?

"Gli ho detto - ha concluso - che se gli Stati Uniti possono aiutare con gli incendi in Amazzonia, noi siamo pronti a farlo". Da parte sua la Ue interviene come al solito a gamba tesa contro i governi considerati "ostili": la Ue sostiene infatti l'accordo con il Mercosur, ma "una ratifica armoniosa è difficile da immaginare fino a che il governo brasiliano permetterà la distruzione dei polmoni verdi della terra".

Sulla questione è intervenuta anche la cancelliera tedesca Angela Merkel, definendo l'Amazzonia una priorità, "una situazione di grave emergenza", e rilanciando la proposta del presidente francese di discuterne al G7. "Non è inusuale vedere incendi in Brasile in questo momento dell'anno - scrive la Nasa sul suo sito - per via delle alte temperature e della poca umidità. È un fenomeno naturale", spiega Santoro all'Adnkronos.

La popstar Madonna si rivolge direttamente a Bolsonaro: "Per favore cambi le sue politiche e aiuti non solo il suo paese ma l'intero pianeta".

Comments