Crisi Governo: dareste di nuovo la fiducia al premier Giuseppe Conte?

Adjust Comment Print

"Ci sono delle opinioni differenti, ma sono convinto che si troverà una soluzione" - ha detto Zingaretti. Da una parte il premier Giuseppe Conte e Luigi Di Maio; dall'altra il segretario dem Nicola Zingaretti e il suo vice Andrea Orlando.

La direzione nazionale del Partito Democratico è stata convocata dal presidente del partito, Paolo Gentiloni, per domani martedì 27 agosto alle 18.

Non è escluso che il Movimento 5 Stelle possa chiedere agli iscritti sulla piattaforma Rousseau il parere definitivo su un accordo così delineato: dunque con la conferma di Conte e nessun veto sui nomi da parte del Partito Democratico. "Noi siamo pronti a fare la nostra parte per un governo nuovo e di svolta - aggiunge - anzi la stiamo facendo, mettendo a disposizione le nostre idee". Il portavoce e in alcuni casi "suggeritore" di Conte, messo a Palazzo dalla Casaleggio Associati, non è mai piaciuto al PD e soprattutto al senatore semplice Matteo Renzi che più volte ha chiesto le dimissioni di quello che è considerato il capo della comunicazione pentastellata.

Addio a Carlo Delle Piane: l’attore lavorò con Sordi e De Sica
Delle Piane soffriva di idiosincrasia nell'essere toccato, una fobia che , per sua stessa ammissione, scompariva sul set. L'attore si è spento a Roma , a darne notizia la moglie Anna Crispino , musicista di 36 anni più giovane.

E' terminato, dopo circa quattro ore, l'incontro a Palazzo Chigi tra le delegazioni del Pd e di M5s. Dopo l'investitura di Beppe Grillo è arrivata quella del presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, e poi l'approvazione di Macron e Angela Merkel, che vedono in Conte un argine al populismo salviniano, e la simpatia di Trump, alimentata dall'attenzione e preoccupazione alla situazione di crisi italiana espressa dalla Fed appena pochi giorni fa. "Bisogna ascoltarsi a vicenda, sullle ragioni degli uni e degli altri e mi auguro che nelle prossime ore ci sia la possibilità di farlo, finora non era avvenuto".

Zingaretti manda a dire al M5s che "serve un governo di svolta" con "elementi di discontinuità sia sui contenuti che sulla squadra". Il governo Conte 2 sarebbe a un passo.

Su questo persino i 5 stelle potrebbero essere d'accordo. E Nicola Zingaretti non si lasciava sfuggire l'occasione di sottolinearlo: "Le parole di Conte sono da apprezzare, ma c'è il rischio di una autoassoluzione".

Comments