Totti: "La Juventus è ancora la squadra da battere"

Adjust Comment Print

Sarebbe la prima volta che non andrei a vedere un derby dal vivo, sto riflettendo se andarci o meno.

UN PENSIERO FINALE SUI TIFOSI DELLA ROMA - "L'amore è reciproco e rimarrà sempre". Anche da infortunato o squalificato ero sempre là.

"C'è lavoro, fortuna, voglia di far crescere qualche campione importante e la Roma ha avuto la fortuna di trovare due ragazzi come me e Daniele, io a San Giovanni e lui a Ostia". "Sarà un match surreale senza me e De Rossi dopo tanti anni".

Jova Beach Party a Montesilvano, grande soddisfazione del Sindacato Balneari
Per fortuna molti spettatori hanno diversificato la partenza, cosa che per esempio non accade per le partenze delle vacanze. Individuati 4800 parcheggi a Montesilvano in zona Cormorano, Porto Allegro, Warner Village, via Cavallotti.

Che poi ha commentato il momento che sta vivendo il club giallorosso. Io spero di sbagliarmi. Quando sei nel mondo del calcio da 30 anni è difficile che sbagli. E' quello che si merita la gente e spero la società stia lavorando in questo senso. "Da tifoso spero che la società possa fare qualcosa in più in questi giorni che mancano in modo tale che la Roma possa competere almeno per un posto in Champions League".

L'ex calciatore della Roma Francesco Totti ai microfoni di Radio Radio ha parlato della sua presenza sugli spalti in occasione del derby del prossimo primo settembre: "È più sì che no, potrei esserci". Fonseca deve rimanere se stesso e non sentire cosa succede fuori. Da quello che so io, oltre a essere una grande persona, è anche un grande allenatore con idee e principi giusti.

Totti continua disegnando le gerarchie di questa Serie A: "Vincerà la Juve anche quest'anno, ma con più difficoltà". Però quest'anno Inter e Napoli sono squadre molto agguerrite e che si sono rinforzate tantissimo e vedo un campionato diverso dagli altri anni. Anche se, da un capitano all'altro, lo sguardo di Francesco, più che in Italia, vola già in Argentina. "Tra poco svelerò i miei progetti, mi ha fatto piacere che si siano aperte le porte della Nazionale". Una squadra che, nonostante il mercato sia agli sgoccioli, risulta ancora incompleta e non tra le favorite per un posto nell'Europa che conta. Intanto andrò presto a Buenos Aires.

Comments