Nainggolan: "Via dall'Inter per motivi extracalcistici". Poi 'punge' Icardi

Adjust Comment Print

Lui sapeva di Sampdoria e Fiorentina, ma io, quando decido, non sento nessuno, nemmeno lui. Non sa il vero problema, ma ha capito che la mamma non sta bene.

Il Ninja spiega inoltre di non aver mai parlato con Marotta prima dell'addio ai neroazzurri, ma solo con Oriali. Firenze lo sarebbe stata per un antijuventino come me? Chiaro, vorrò dimostrare che hanno sbagliato, ma non solo in questa partita, in tutto il campionato.

Rigore Mertens, Massa e Valeri verso lo stop
Indubbiamente ci sono stati errori, fanno parte del nostro mestiere anche se non si dovrebbero fare. Sicuramente ho parlato con loro, sono i primi a essere dispiaciuti e arrabbiati con loro stesso.

Su Conte: "In quel mese scarso ho capito che è un buonissimo allenatore". Però, l'anno scorso è successo quello che sappiamo, la moglie ha fatto quelle dichiarazioni, e non tutti perdonano. "Sono sempre rimasto in contatto con loro", racconta Nainggolan al Corriere dello Sport. M'hanno detto che Fonseca è bravo. Certo, peccato, fare la semifinale di Champions e poi sfasciare così la squadra. A Roma ero convinto che Di Francesco non mi voleva, d'accordo con Monchi. Poi, invece, mi ha chiamato alla Samp: "Ti voglio con me", mi ha detto, "Ci possiamo divertire". E nel futuro remoto? Futuro nel calcio? Oggi dico che non fa per me. "Mi piace giocarlo e basta".

Comments