Boris Johnson è pronto a espellere i Tory ribelli

Adjust Comment Print

Ci sarà inoltre un questionario dedicato alle aziende - o ai privati - che spiegherà nel dettaglio quale l'impatto economico dell'uscita dalla Unione Europea. Ha anche dichiarato che "Non voglio un'elezione, se tu non vuoi un'elezione", aggiungendo che "andiamo avanti con l'agenda popolare, combattendo la criminalità, migliorando il sistema sanitario, aumentando le scuole, tagliando il costo della vita e sbloccando talenti e opportunità in tutto il Regno Unito". Pena? l'esclusione dalle future liste elettorali. Johnson aveva una maggioranza risicata, con un solo seggio di vantaggio rispetto all'opposizione, seggio che ora ha perso con conseguenze politiche ancora da stabilire. E sta facendo queste cose in modo deliberato e ponderato. Proprio il mancato voto favorevole ha portato a stracciare quanto stipulato con la Commissione Europea, e alla formazione dell'Esecutivo. Oggi, tre milioni di europei, di cui 600mila italiani vivono e lavorano nel Regno Unito. Successivamente, in un comunicato diffuso dalla stampa locale, Philip Lee ha spiegato: "Oltre 27 anni fa mi sono unito al Partito conservatore". Nonostante sia da sempre considerato il punto critico dell'accordo di Theresa May, sia gli oppositori che i sostenitori dell'accordo non sono stati veramente capaci di inoltrare una seria alternativa, anche dal punto di vista tecnico e tecnologico, che permettesse il superamento e la definizione della situazione del confine tra le due Irlande. Un copione che neanche il più fantasioso degli sceneggiatori avrebbe saputo scrivere con continui colpi di scena. Dopo il crollo della sterlina in Borsa, ai minimi storici dall'ottobre 2016, il premier Boris Johnson infatti non ha più la maggioranza in Parlamento: il deputato conservatore Phillip Lee si è infatti unito al Partito Democratico Liberale (partito pro Ue).

18:19 - L'INFORTUNIO - Cagliari, Pavoletti fuori 3 mesi
Nella giornata dell'arrivo di Simeone e Olsen , arrivano delle brutte notizie in casa Cagliari direttamente dall'infermeria. Gli esami a cui si è sottoposto Leonardo Pavoletti hanno riportato la lesione del crociato .

"E' sbagliato dire che non stiamo facendo progressi, ci sono molte cose da fare nei prossimi giorni ma le cose procedono".

Comments