Omicidio Piacenza, martedì l'interrogatorio a Massimo Sebastiani

Adjust Comment Print

L'uomo in precedenza era stato individuato presso un casolare sul Monte Moria, nel comune di Lugagnano. Al momento i pochi elementi emersi - in attesa che l'inchiesta faccia luce sulla dinamica dei fatti - farebbero ipotizzare il delitto d'impeto a seguito del rifiuto di Elisa nei confronti di Sebastiani. Proprio nei pressi di questa casa era stato catturato qualche ora prima Massimo Sebastiani, l'operaio 45enne accusato dell'omicidio, mentre cercava di nascondersi e continuare la fuga nel bosco. Se anche Elisa fosse stata a bordo con lui è l'interrogativo più grande al quale adesso stanno cercando di dare una risposta gli inquirenti.

Massimo Sebastiani è stato individuato e arrestato nel pomeriggio di sabato per l'omicidio - di cui si è poi dichiarato reo confesso - della sua amica Elisa Pomarelli nel piacentino.

È finita nel peggiore dei modi, come gli inquirenti sospettavano da giorni, la vicenda di Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani, la cui scomparsa ha tenuto per 11 giorni con il fiato speso l'Italia intera.

"Elisa era la mia ossessione", ha ammesso Sebastiani dopo il lungo interrogatorio del comandante Michele Piras e della pm Ornella Chicca. Lui diceva che era la sua fidanzata, ma lei lo considerava solo un amico. Il pensiero non era balenato neanche alla famiglia di lei, alla sorelle Francesca e Debora e ai genitori, che guardavano quell'amicizia con simpatia. Ma poi, se a lei davvero non interessava perché ci usciva? Chi sembra saperne di più è però Dayana, l'amica del cuore di Elisa.

Meteo, allerta arancione in Sicilia e provincia di Trapani. Pioggia e temporali
Solo nella giornata di giovedì il tempo dovrebbe migliorare anche al sud e sulla Sicilia , con qualche residua precipitazione. La Protezione civile , sulla base delle avverse previsioni, ha emesso allerta gialla anche in altre regioni italiane.

Nei giorni precedenti al ritrovamento di Elisa Pomarelli, Francesca le ha dedicato dei messaggi giornalieri, che postava sulla pagina Facebook della sorella insieme alle amiche, per mantenere viva la speranza. A unirli era il trattore, la vita nei campi, la legna.

Nel frattempo si è conclusa con un nulla di fatto anche la quarta giornata di ricerche con squadre a piedi, unità cinofile, droni ed elicotteri. Impegnati oltre ai carabinieri del Comando provinciale di Piacenza anche reparti speciali dell'Arma, come i 'Cacciatori' di Sardegna.

IL MINISTRO BONETTI: "VICINA ALLA FAMIGLIA E AGLI AMICI" - "Sono profondamente vicina alla sua famiglia, alle sue amiche e ai suoi amici, alle persone che le hanno voluto bene e sono certa che la magistratura saprà rispondere alla loro richiesta di giustizia". Questo mi spaventa, non ero pronta...

Comments