Gasperini: "Domani importante, ma non decisiva"

Adjust Comment Print

Cosi' il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, alla vigilia del debutto in Champions League in casa della Dinamo Zagabria. "La Dinamo? L'abbiamo studiata bene guardando le loro partite nei preliminari e in campionato, ma non snatureremo il nostro modo di giocare".

L'ex allenatore del Genoa ha risposto alle domande dei giornalisti, prima su tutti quella sulle emozioni che può dare un evento simile: "Siamo pienamente coinvolti, ma sappiamo anche che abbiamo conquistato tutto questo sul campo".

Sarri: "La squadra non vuole mai perdere, neanche nei giorni meno brillanti"
Ironia anti-Juve - Naturalmente non si fanno pregare i tifosi delle altre squadre, che punzecchiano i bianconeri. Dobbiamo crescere dal punto di vista qualitativo e tattico, conseguenza di un aspetto fisico che è da migliorare.

"Pasalic? Mario sta avendo una evoluzione importante, è la prima volta nella sua carriera che rimane per il secondo anno di fila nella stessa squadra, l'inizio di questa stagione è stato molto positivo". Sicuramente ha la sua importanza, ma arriviamo qui con un po' di esperienza alle spalle. "In caso faremo turn-over in più nelle prossime gare, abbiamo 7 partite in 21 giorni, sarà impiegata tutta la rosa".

L'Atalanta termina le prime tre giornate di campionato con due vittorie (Spal e Genoa) e una sconfitta (Torino): la partenza migliore dell'era Gasp, stando a soli tre punti dall'Inter capoclassifica ed esso è un dato abbastanza importante visto che la squadra bergamasca ha sempre accusato delle false partenze da tre anni a sta parte. Siamo abituati a giocare in stadi difficili, perchè questi trovi quando vai a Genova, Napoli, Dortmund, Everton o sul campo della Juventus. "Spero lo possa fare ancora".

Comments